Al giorno d’oggi liberi professionisti e imprese che vogliono promuovere la propria attività e raggiungere nuovi potenziali clienti hanno a disposizione diversi strumenti per farsi pubblicità, sia tradizionali (biglietti da visita, volantini, locandine, manifesti, inserzioni su giornali), sia innovativi (sito web, banner e annunci online, social network) e possono usufruire delle detrazioni fiscali create ad hoc.

Pubblicità su manifesti e volantini: metodo tradizionale che funziona sempre

Da sempre chi vuole far conoscere la propria attività, lo fa attraverso manifesti e volantini da distribuire o da affiggere per invitare a partecipare ad un’inaugurazione, un evento o per proporre determinati servizi o prodotti. Nella società di oggi dove tutti sono sempre collegati a dispositivi online, la comunicazione su carta comunque continua a funzionare ed è stato dimostrato più volte che una comunicazione efficace, anche con metodi tradizionali, può dare ottimi risultati. I metodi e i tempi di stampa si sono accelerati e velocizzati, è possibile infatti contattare i servizi di stampa e/o tipografia online sul loro sito web come Saxoprint.it ed effettuare il proprio ordine in maniera rapida e veloce e riceverlo entro poche ore dal pagamento.

Sito web, pubblicità online e profili sui social: far conoscere la propria attività in maniera informale

Un altro canale per acquisire nuovi clienti è la realizzazione di un sito web che descriva i servizi offerti, da tenere sempre aggiornato, facile da consultare da tutti i dispositivi e facilmente rintracciabile dai maggiori motori di ricerca. Anche la parte social ha la sua importanza e molti professionisti e aziende negli ultimi anni hanno deciso di farsi conoscere creando un proprio account o pagina sui maggiori social network (Facebook, Linkedin, Instagram). Queste attività possono essere un buon biglietto da visita, ma è importante effettuare un lavoro di costante aggiornamento e l’utilizzo di un linguaggio più informale rispetto agli altri canali pubblicitari e di comunicazione utilizzati per la propria promozione.

Bonus pubblicità: a chi spetta e come utilizzarlo

È notizia di poche settimane fa la pubblicazione del decreto attuativo, da parte del Ministero allo sviluppo economico di concerto con il MEF, che definisce le regole per usufruire del bonus pubblicità 2018, previsto dal d.l. 50/2017. Al credito d’imposta potranno accedere liberi professionisti, imprese e enti no profit che decideranno di investire in campagne pubblicitarie sulla stampa su carta e online e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali. Il valore dell’investimento dovrà superare almeno l’1% degli analoghi investimenti sugli stessi mezzi di informazione effettuati nell’anno precedente.

Il bonus consiste in un credito d’imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, che diventa del 90% nel caso di microimprese, Pmi e startup innovative. Il decreto fissa un tetto massimo pari al 5% sul totale per gli investimenti su stampa e online e al 2% in caso di investimenti effettuati su radio e televisione. Professionisti e imprese potranno inviare la richiesta del bonus tramite apposito modulo, disponibile nei prossimi giorni, all’Agenzia delle Entrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome