È ufficiale l’aumento di 5 mesi dei requisiti per la pensione a partire dal 2019. È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale decreto del Ragioniere generale dello Stato di concerto con il direttore generale delle politiche previdenziali e assicurative del ministero del Lavoro.

Nel 2019 e 2020 ci vorranno 5 mesi in più per accedere alle varie forme di pensionamento, rispetto al quest’anno. Dal 2018 uomini e donne potranno accedere alla pensione a 66 anni e 7 mesi e dal 2019 tutti a 67 anni di età.

Il ritocco si farà sentire non solo per le pensioni di vecchiaia, ma anche per quella anticipata, per i lavoratori precoci, l’assegno sociale e l’Ape: vediamo come cambierà nel dettaglio.

Resta aggiornato con il nostro Speciale Riforma Pensioni

Nuovi requisiti per la Pensione anticipata

Per accedere alla pensione anticipata indipendentemente dall’età anagrafica, dal 2019 saranno necessari 43 anni e 3 mesi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne.

Nuovi requisiti per i Lavoratori Precoci

Novità anche per i lavoratori Precoci  che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima di compiere 19 anni di età. Per uomini e donne saranno necessari  41 anni e 5 mesi.

Nuova quota per i lavori usuranti

Per i lavoratori che svolgono attività usuranti la somma tra età anagrafica e anni di contributi salirà da 97,6 e 98 con un aumento di 0,4 mesi rapportato in decimi.

Assegno sociale a partire da 67 anni

Per avere accesso all’assegno sociale nel 2018 già sale a 66 anni e 7 mesi rispetto ai 65 anni e 7 mesi sufficienti quest’anno e dal 2019 a 67 anni.

Adeguamento dei requisiti anche per l’Ape

Ricordiamo che nella Legge di Bilancio, in esame alla V Commissione della Camera, sono presenti i provvedimenti per modificare il meccanismo dell’adeguamento dei requisiti avranno effetto solo dal 2021, fatta eccezione per l’esenzione delle categorie di lavoratori addetti alle attività usuranti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


15 COMMENTI

  1. sono nato il 28/01/1953 e vorrei sapere quando potrei usufruire dell’assegno sociale

  2. Salve. Sono un marittimo e sono un macchinista e quindi faccio parte della categoria dei lavoratori usuranti . Sono nato il 12Luglio 1961 e ho già fatto l’esplorativa della pensione e ho più di 1600 settimane lavorative tutte da lavoratore usurante . Ora vorrei sapere se io posso andare in pensione a 57 anni e 7mesi oppure è stato aumentato l’età per andare in pensione . Se si a che età posso andare in pensione?

  3. buonasera , sono nata il 18.11.1964 ed ho iniziato la mia attività lavorativa il primo gennaio 1979. posso usufruire dei requisiti dei lavoratori precoci? ed in ogni caso quando dovrei maturare i requisiti per la pensione?
    grazie lucia

  4. Sono un’insegnante della scuola dell’infanzia (lavoro gravoso), per il 2019 c’è l’adeguamento dell’aspettativa di vita a 42 anni e 3 mesi di contributi per andare in pensione?
    Grazie

  5. Vorrei sapere com’è andata a finire per le categorie appartenenti ai lavori gravosi, rimane la quota 42e10mesi anche nel 2019?
    Grazie per la risposta

  6. Buongiorno sono nato il 31 01 1962 ho iniziato a lavorare il 1 ottobre 1977 stando a quanto leggo sui lavoratori precoci avrei diritto alla pensione marzo 2019 mi confermate la notizia e se ci saranno penalizzazioni?? Grazie Luigi

  7. Scusate una domanda, avevo sentito che sia il governo che l’INPS erano d’accordo a non far rientrare nell’aumento dei 5 mesi del 1° gennaio 2019 15 categorie di lavori usuranti potrei saperne di più grazie.

  8. Sono in mobilità ordinaria che scadrà nel ottobre 2018…prima della riforma sarei andato in pensione a gennaio 2020…saro coinvolto nell’ aumento dei 5 mesi…grazie

  9. Lavoro da 42 anni o 59 anni posso andare in pensione visto che o incominciato a 15 anni grazie a sono marittimo ancora in servizio

  10. Avendo maturato 40 di contribuzione, di cui 60 settimane prima dei19 anni di età tra qui un anno figurativo per il servizio militare, ho diritto ad accedere hai lavoratori precoci? Avendo 57 anni , quando avrò maturato il diritto ad andare in pensione? Ce qualche tipo di penalizzazione ?

  11. Ho cominciato a lavorare il 01/04/1976 sono nato il 25/10/1959 ho 41anni e7mesi di contributi cortesemente quando posso andare in pensione.?

  12. ho 63 anni compiuti, e invalido (trapianto di cuore) 85 per 100 con una pensione 291euro a mese. non c’è contributi. quanto vado in pensione di vecchiaia? grazie

  13. Ho 60 anni compiuti ad ottobre 2017 con un invalidità permanente del 100 % motivo x cui percepisco una pensione di 297.46 € mensili ho maturato 25 anni di contributi parte con ministero dell’interno e piccoli periodi di lavoro vario può dipendente di banca dal 1980 al 1997 in banca poi x motivi di salute ho dovuto smettere considerando che non ho altri redditi quando potrò percepire la mia pensione di contributiva grazie anticipatamente x la risposta

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome