Dopo il via libera del Senato con voto di fiducia, il Decreto Fiscale è approdato alla Camera, al vaglio della Commissione Bilancio. Tra le novità del maxiemendamento al d.l. n. 148/2017 c’è anche la semplificazione della procedura di recapito delle cartelle esattoriali ai contribuenti attraverso anche gli agenti della polizia municipale o i messi comunali.

La modifica riguarda l’articolo 26 del d.p.r. n. 602/1973 sulle modalità di notifica delle cartelle di pagamento, consentendo di ripartire le diverse fasi della procedura tra più soggetti, come gli ufficiali di riscossione o altri soggetti autorizzati, messi comunali, vigili. Ogni passaggio dovrà essere documentato e certificato in forma scritta e il processo si deve concludere entro 30 giorni.

Un’altra novità contenuta nel maxiemendamento riguarda i termini per l’esecuzione delle sentenze: anche l’Agenzia delle entrate-Riscossione rientra tra gli enti tenuti a completare le procedure per l’esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali e dei lodi arbitrali con efficacia esecutiva e che prevedono entro 120 giorni dalla notifica il pagamento in denaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome