stipendio

La mini rivalutazione delle Pensioni avvenuta tra il 2012 e il 2015 non è incostituzionale. Lo ha deciso la Consulta in questi giorni, salvando così il d.l. 65/2015 conosciuto anche come bonus Poletti.

Tutto nasce dal blocco attuato dal Governo Monti a fine 2011 “per necessità di bilancio” dell’adeguamento all’inflazione degli assegni pensionistici superiori 3 volte il minimo (pari circa a 1.400 euro) per il periodo 2012-2013. Il provvedimento del Governo Monti era stato bocciato dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 70/2015, alla quale aveva fatto seguito il decreto legge n. 65/2015 che riconosceva in maniera parziale (pagando 2,8 miliardi rispetto ai 24,1 risparmiati con il blocco) la rivalutazione non effettuata anche sugli anni successivi.

Consulta lo Speciale Riforma Pensioni


Ora la Consulta si è espressa respingendo le censure di incostituzionalità del d.l. 65/2015 che ha inteso “dare attuazione ai principi enunciati nella sentenza della Corte costituzionale n. 70 del 2015”. Per i giudici “la nuova e temporanea disciplina prevista dal decreto-legge n. 65 del 2015 realizzi un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica“.

Ricordiamo che il decreto prevede una perequazione così suddivisa:

  • 100% solo per gli assegni pensionistici equivalenti a 3 volte il minimo,
  • 40% tra 3 e 4 volte il minimo,
  • 20% tra 4 e 5 volte il minimo,
  • 10% tra 5 e 6 volte il minimo,
  • nessuna rivalutazione per tutti gli assegni che vanno oltre sei volte il minimo.
Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso Polizia Penitenziaria, online le FAQ del Ministero
Articolo successivoCarta di qualificazione del conducente: cos’è e come funziona

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here