personalizzazione auto

Le auto sono una passione immortale per gli italiani, ma anche una delle voci di spesa più importanti. E non parliamo solo del mero acquisto di una vettura, ma anche della sua personalizzazione: una fase che spesso risulta essere molto dispendiosa, soprattutto quando si acquistano auto nuove già personalizzate, dunque modelli molto, molto costosi.

Ma oggi è possibile risparmiare senza per questo rinunciare alla customizzazione della propria auto: basta andare su siti Internet come automobile.it, che mettono in vetrina diverse auto usate o a chilometro zero, che possono essere comprate per un prezzo esiguo rispetto a quello delle vetture nuove, e successivamente personalizzate in modo accattivante, con pochi soldi. Ma come rendere un’auto unica nel suo genere e anche molto più confortevole del normale? Con un tocco di personalizzazione per quanto concerne gli interni dell’auto, e infine con il car wrapping.

Come personalizzare gli interni dell’auto?

Gli interni della propria automobile rappresentano il primo pensiero per chi desidera customizzare la propria auto, perché da essi non dipende solo lo stile ma anche il comfort del veicolo. Come personalizzare gli interni di una automobile, dunque? Intanto facendo una lista degli optional che consideriamo essere indispensabili, e successivamente installarli all’interno della vettura, tenendo sempre a mente che ogni modello ha i suoi limiti. Poi, attenzione ad altri device tecnologici come l’autoradio o il navigatore satellitare, oggi indispensabili per qualsiasi auto.


Altrettanto importanti sono i rivestimenti dei sedili: bisogna capire se è corretto affrontare questa spesa per personalizzarli, e quali sono i materiali che meglio si avvicinano ai nostri desideri senza costringerci ad una spesa folle. Ma anche le parti meccaniche hanno una grandissima importanza: spesso il volante è fra i primi ad essere sostituito, insieme ai pedali, così da ottenere un vantaggio in termini di comodità notevole, optando per modelli ergonomici. Infine, i sedili: molti amano quelli sportivi, e anche in questo caso è facile trovarne di seconda mano.

Come customizzare l’auto con il wrapping?

Il car wrapping è una tendenza che si sta facendo largo anche nel nostro Paese. Ma di cosa si tratta? È un’operazione di customizzazione esterna che può essere messa in pratica applicando delle texture a totale copertura dell’auto. Così facendo si ottengono due preziosi risultati: la vernice originale viene protetta dalla sporcizia e da eventuali graffi, ed è possibile anche personalizzare gli esterni dell’automobile aggiungendo un rivestimento che lascia grande spazio alla fantasia.

Rispetto al passato, poi, spesso questi rivestimenti stampati vengono utilizzati anche sulle utilitarie, e non necessariamente sulle auto sportive o lussuose, proprio per via del fatto che consentono una customizzazione low cost ricca di vantaggi, compresa la difesa dalle condizioni atmosferiche. E poi sul mercato non mancano di certo le fantasie più bizzarre: si va dai rivestimenti zebrati fino ad arrivare al camouflage militare, passando anche per i rivestimenti con rilievi e persino quelli in tessuto jeans. Altri esempi creativi di car wrapping? Le texture anni ’70 e quelle con trame geometriche, insieme alle bandiere e al bellissimo effetto ruggine, incredibilmente realistico e perfetto da applicare a utilitarie vintage come i maggiolini.


CONDIVIDI
Articolo precedenteElenchi Intrastat semplificati dal 2018
Articolo successivoPensioni, il cumulo gratuito non parte. Come fare domanda

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here