ape volontaria pensionato

È in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale il decreto firmato da Gentiloni sull’Ape volontaria. Dopo aver analizzato i costi per chi farà richiesta dell’anticipo pensionistico, ora analizziamo la procedura per presentare la domanda.

Ricordiamo che l’Ape volontaria avrà decorrenza retroattiva dal 1° maggio 2017 ma sarà operativo solo dopo la pubblicazione del provvedimento e gli accordi con Ania e Abi sul finanziamento e l’assicurazione  da stipulare.

Leggi anche Pensione anticipata, via libera all’Ape volontaria


Le domande da presentare saranno 3 e dovranno essere presentate all’Inps solo per via telematica dal futuro pensionato o attraverso un patronato:

  1.  domanda di accesso all’Ape (valutazione dei requisiti),
  2. domanda dell’anticipo pensionistico,
  3. domanda della pensione di vecchiaia.

Domanda di accesso all’Ape

Il futuro pensionato deve presentare richiesta di accesso all’Ape per via telematica sul sito dell’Inps, oppure può delegare un patronato. L’istituto previdenziale valuterà i requisiti, 63 anni di età, 20 anni di contributi, maturazione della pensione  dopo 3 anni e 7 mesi dalla pensione, assegno minimo di 702 euro. Entro un mese risponderà sul proprio portale (inviando una email in cui comunica che è disponibile la risposta), indicando se si possiedono i requisiti e, in caso positivo, la data di maturazione dei requisiti e gli importi minimi e massimi dell’anticipo.

Domanda dell’anticipo pensionistico e della pensione

In caso di risposta positiva sui requisiti da parte dell’Inps, il richiedente potrà inviare la domanda dell’anticipo pensionistico e contemporaneamente quella della pensione di vecchiaia, sempre per via telematica.

La domanda dell’Ape contiene:

  • il contratto di finanziamento e l’indicazione della banca scelta,
  • il contratto di assicurazione in caso di morte prematura,
  • l’accesso al fondo di garanzia.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAssegno divorzile, va versato all’ex se economicamente più debole
Articolo successivoDEF, via libera del Cdm alla Nota di aggiornamento il 21 settembre

2 COMMENTI

  1. A giugno 2018 avrò compito 63 anni ed ho 31 anni di contributi versati. Non lavoro più da luglio 2013 e dopo aver perso il lavoro sono venuta ad abitare in Venezuela, dove ho dei parenti perché qui si vive ancora con pochi €.
    Mi hanno già detto che avrò una buona pensione di circa 1.600 € netti al mese. Vorrei fare domanda per l’APE Volontaria. Avrò la possibilità di ottenerla ? Vorrei rientrare in Italia appena possibile. In questo paese, come ben si sa, la situazione sociale e politica è drammatica …..

  2. Ho 63 anni e vorrei accedere all’ape volontaria esclusivamente con l’opzione RITA , sarò tenuto ugualmente a fare domanda di accesso ape? Dovrò dare le dimissioni al lavoro? Grazie.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here