In questo periodo di vacanza, lungo la rete stradale, assistiamo spesso a perdite di carico o veicoli caricati in modo non appropriato.

Spesso, quando si pensa alle vacanze, per noi italiani è facile che ci venga in mente il mare, il sole e l’estate, il veicolo si trova nella parte finale della lista “vacanziera”, la sistemazione dei bagagli è l’ultima cosa che si pensa di fare e spesso, a causa del poco tempo si carica in modo indiscriminato.

Il bagagliaio, molto capiente, deve essere sistemato in modo adeguato affinché i bagagli non limitano la vivibilità degli occupanti e che in caso di brusche frenate siano catapultati in avanti.

Sistemare il carico in auto è un’operazione da svolgere con molta attenzione e con senso di responsabilità nei confronti degli occupanti e degli utenti fruitore della strada.

È indispensabile conoscere le norme stradali che regolano questa tipologia al fine di non correre rischi inutili durante il viaggio.

Equilibrare il carico fissato nel portapacchi, in modo uniforme tra la parte anteriore e posteriore del veicolo, assicurandosi che lo stesso sia ancorato in modo tale da no essere oggetto di perdite è una delle regole principali da porre in essere.

In caso di sporgenza posteriore, l’art. 164 del Codice della Strada, prevede:

  1. Il carico dei veicoli deve essere sistemato in modo da evitare la caduta o la dispersione dello stesso; da non diminuire la visibilità al conducente nè impedirgli la libertà dei movimenti nella guida; da non compromettere la stabilità del veicolo; da non mascherare dispositivi di illuminazione e di segnalazione visiva nè le targhe di riconoscimento e i segnali fatti col braccio.
  2. Il carico non deve superare i limiti di sagoma stabiliti dall’art. 61 e non può sporgere longitudinalmente dalla parte anteriore del veicolo; può sporgere longitudinalmente dalla parte posteriore, se costituito da cose indivisibili fino ai 3/10 della lunghezza del veicolo stesso, purché nei limiti stabiliti dall’art. 61.

L’eventuale sporgenza, spesso ignorata, deve essere segnalata da un apposito cartello, normato dall’art. 361, del D.P.R. 495/92 (Regolamento di esecuzione del C.d.S.), avente ad oggetto: “Pannelli per la segnalazione della sporgenza longitudinale del carico (art. 164 C.d.S.)”.

I pannelli quadrangolari per segnalare sporgenze longitudinali del carico da installarsi alla estremità della sporgenza, come dettato dal comma 9 dell’art. 164 del C.d.S. :” Il veicolo non può proseguire il viaggio se il conducente non abbia provveduto a sistemare il carico secondo le modalità stabilite dal presente articolo. Perciò l’organo accertatore, nel caso che trattasi di veicolo a motore, oltre all’applicazione della sanzione di cui al comma 8, procede al ritiro immediato della carta di circolazione e della patente di guida, provvedendo con tutte le cautele che il veicolo sia condotto in luogo idoneo per la detta sistemazione, del ritiro è fatta menzione nel verbale di contestazione della violazione. I documenti sono restituiti all’avente diritto allorché il carico sia stato sistemato in conformità delle presenti norme. Le modalità della restituzione sono fissate dal regolamento”, devono corrispondere al tipo indicato nella figura inserita nel regolamento nota come la “figura V.3” e devono avere una superficie minima di 2500 cmq. Detta superficie deve essere rivestita con materiale retroriflettente a strisce alternate bianche e rosse disposte a 45°.

Importante è che il pannello deve essere visibile sia di giorno che di notte. A tal fine sulla superficie del pannello, costituito di norma da lamiera metallica, deve essere applicata pellicola rifrangente di classe 2, sia per le strisce bianche che per quelle rosse.

Un carico come descritto è sicuramente conoscono alle regole stradali ed a un eco consumo di carburante.

In caso di carico eccessivo, oltre ad incidere sulla sicurezza stradale, esso incide sulla tenuta di strada del veicolo, il sistema frenante è molto sollecitato e il carico ancorato alle barre del tetto possono provocare sbandate in curva anche abbastanza pericolose.

Viaggiare è bello, le vacanze devono essere vissute in allegria e armonia, prima di partire pensiamo alla nostra sicurezza e quella degli altri.

Volume consigliato

Nuovo Codice della Strada

Nuovo Codice della Strada

Redazione Maggioli, 2017, Maggioli Editore

Ultimi aggiornamenti -D.M. 20 dicembre 2016 (Aggiornamento importi sanzioni pecuniarie c.d.s.)-D.Lgs. 16 dicembre 2016, n. 257 (Modifica art. 158 c.d.s.)-D.M. 15 dicembre 2016 (Tabella di correlazione normativa UE/normativa nazionale 
sanzionatoria in materia di trasporto su strada)-D.M....




SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here