pensione minima per i giovani

Una pensione minima di 650 euro per i giovani con 20 anni di contributi: è questa l’ultima proposta lanciata in questi giorni e illustrata da Stefano Patriarca, consigliere economico di palazzo Chigi. ll futuro pensionistico delle giovani generazioni continua ad essere al centro delle attenzioni di Governo e sindacati.

Dopo la proposta del riscatto di laurea gratis per i nati tra il 1980 e il 2000 e che completano, entro la durata legale, il proprio percorso di studi, ora si parla di un minimo previdenziale garantito.

Il trattamento di garanzia sarebbe destinato ai giovani e a tutti coloro che sono stati assunti dal 1° gennaio 1996, in particolare se con carriere discontinue, che quindi non beneficiano delle integrazioni al minimo previste dal sistema retributivo.

Secondo Patriarca si dovrebbe tradurre in “un minimo previdenziale, come nel retributivo, che si può immaginare, a 650 euro per chi ha 20 anni di contributi, che possono aumentare di 30 euro al mese per ogni anno in più fino a un massimo di mille euro”.
Inoltre l’assegno minimo scatterebbe anche per gli anticipi pensionistici.

Vedi anche lo speciale Riforma Pensioni

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha sottolineato che il tema della pensione contributiva di garanzia è una delle questioni da affrontare in tempi rapidi, pur tenendo conto dei vincoli di bilancio.

Il Ministro e i sindacati concordano anche sul rendere strutturali forme di pensione anticipata come l’Ape social a favore delle categorie più deboli e sulla necessità intervenire a favore delle donne, penalizzate dall’attuale sistema, come si vede dal numero delle domande di Ape social presentate dalle lavoratrici, solo il 23%.

Volume consigliato

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovi voucher: partenza flop, solo 3mila domande all’Inps
Articolo successivoWi-Fi Italia, la rete che non c’è. Internet pubblico, flop o rodaggio?

3 COMMENTI

  1. Buongiorno
    Io verso contributi inps da ottobre 1996
    Ho lavorato ifino a novembre 2014 come dipendente.
    Poi mi hanno licenziato e ho preso la nasoi x altri 2 anni circa, fino a ottobre 2016
    Dovrei avere 20 anni di contributi.
    Posso io accedere alla pensioncon 29 anni contributivi( proposta di leggge) e me la darebbero subito i €650.??
    Grazie

  2. Io non capisco che sta succedendo ,allora io ho maturato 25 anni di contributi ho 64 anni compiuti e non so esattamente quando potrò andare in pensione !adesso ho sentito che vogliono portarle. 70 anni ma siamo impazziti !cosa posso fare io per non impazzire e correre dietro questo maledetto governo !che trova soldi per tutti banche e profughi e a noi poveri italiani ci snobbano !

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here