Ci siamo: sarà pubblicato oggi sul sito internet del Ministero dell’Istruzione l’elenco completo dei commissari esterni dell’esame di maturità 2017. Gli studenti che quest’anno dovranno affrontare l’esame di Stato si erano già riversati ieri in massa nelle segreterie delle varie scuole, dove la lista era già disponibile (ma non sempre accessibile) in forma cartacea. Oggi sarà finalmente resa pubblica per tutti online.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Per approfondire, visita la nostra sezione dedicata all’Esame di maturità 2017.

 

La lista dei commissari esterni sul sito del Miur

Attesa finita per oltre mezzo milione di studenti, dunque. Mentre l’apprensione cresce e si prova in tutti i modi ad arrivare preparati all’esame di maturità 2017, sono adesso almeno noti i nomi dei commissari esterni, i più temuti e quelli che maggiormente potrebbero influenzare il voto finale.

La notizia era stata data già ieri dal Ministero dell’Istruzione via Twitter: “Da oggi l’elenco delle commissioni della maturità 2017 sarà disponibile nelle scuole”. Questo voleva dire, però, che le liste dei commissari esterni erano presenti nelle sole segreterie degli istituti, e non su Internet. Di qui la corsa dei maturandi agli uffici delle scuole, dai quali però non tutti sono riusciti a ricavare le informazioni necessarie.

Ma, come twitta lo stesso Ministero, niente panico: l’elenco sarà disponibile da oggi per tutti sul sito del Ministero dell’Istruzione, sulla pagina dedicata all’esame di Stato.

Studenti: è scattata la caccia ai nomi

Già da ieri, per gli studenti più fortunati e intraprendenti, è scattata la caccia ai nomi degli esaminatori esterni, alla ricerca di informazioni sugli insegnanti che potrebbero risultare utili in sede d’esame. Oggi, in particolare, si prevede un assalto ai profili social e alle schede online dei commissari scelti, per tentare di capire quali sono le materie nelle quali gli esaminatori sono specializzati, quali sono gli argomenti prediletti e quali i metodi di insegnamento e di interrogazione.

Un rituale che si ripete ogni anno e che per il 2017 prevede addirittura la creazione di specifici gruppi Facebook e lo scambio di informazioni tra studenti di diverse città e Regioni. Alla ricerca di quell’indicazione in più che potrebbe, forse, cambiare il corso di una prova.

Commissari esterni anche nei prossimi anni

Tutto questo mentre continua il dibattito sull’effettiva utilità dei commissari esterni, e sui vantaggi e svantaggi del loro utilizzo in sede d’esame. Per ora gli studenti non si facciano troppe illusioni: i commissari non sono stati aboliti dalla riforma della Buona Scuola e resteranno al loro posto anche nei prossimi anni. In generale, tuttavia, l’uso di esaminatori esterni resta un tema caldo non solo a causa del parere fortemente negativo degli studenti, ma anche e soprattutto per il costo elevato della misura.

Obiezioni, insomma, si sono levate da diversi fronti. Per quest’anno, però, e quasi sicuramente anche nel 2019 all’avvio del nuovo esame di Stato, la maturità continuerà a prevedere tre esaminatori esterni affiancati a quelli interni.

 

Volume consigliato:

L’ora di lezione non basta

L’ora di lezione non basta

Marco Orsi, 2015, Maggioli Editore

Galileo aveva vestito il suo occhio con il cannocchiale: ciò gli permise di scoprire la configurazione delle cose celesti. In questo libro l’autore propone di vestire a nuovo le classi delle nostre scuole.Se la formazione è così fondamentale come si dice, allora gli...




CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge elettorale: la riforma arriva in aula con il testo modificato
Articolo successivoLa revisione straordinaria delle partecipazioni

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here