Nuovo anno e… nuovo bollo da pagare per tutti gli automobilisti italiani. Ma quali sono le caratteristiche di questa tassa? Chi deve pagare? Quando deve pagare? E quanto deve pagare?

Chi deve pagare il bollo auto?

Il bollo auto è una tassa che deve essere pagata dal proprietario del veicolo in ragione del possesso, in base a quanto risulta dal Pubblico registro automobilistico (PRA).

Nell’ipotesi in cui il veicolo sia posseduto grazie a un contratto di leasing, di usufrutto o di acquisto con patto di riservato dominio, sono tenuti al pagamento del bollo auto coloro che alla scadenza del termine per il pagamento sono utilizzatori, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio del veicolo al PRA.

Quando si deve pagare il bollo auto?

Il pagamento del bollo auto deve essere effettuato in scadenze fissi che di solito coincidono con il primo mese di validità della tassa. Pertanto, se l’autoveicolo ha in scadenza il bollo nel mese di aprile, il pagamento dovrà essere effettuato entro il mese di maggio.

Devo portarlo a bordo del veicolo?

No! Il bollo è una tassa di proprietà, e non una tassa di circolazione. Questo significa che nessuno è obbligato a portare dietro, a bordo del veicolo, la ricevuta di pagamento. è tuttavia necessario conservare il bollo auto a casa propria, unitamente agli altri documenti del veicolo: nell’ipotesi in cui sia necessario, la ricevuta del bollo servirà per poter dimostrare l’avvenuto pagamento della tassa nell’ipotesi in cui si dovesse ricevere una richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Chi incassa i soldi del bollo auto?

La tassa automobilistica è di competenza esclusiva delle Regioni a statuto ordinario e delle Province autonome di Bolzano e di Trento, che potranno esercitare una serie di facoltà in termini di tariffa, innalzandola anche del 10% annuo e, di contro, stabilendo esenzioni o agevolazioni particolari per tipologie di veicoli o di alimentazioni.

Come si calcola il bollo auto?

Esistono diversi metodi per poter effettuare il calcolo del bollo auto. Il più semplice è probabilmente fare i riferimento al sito internet CalcoloCosto.it, dove potrete scegliere di conteggiare la tassa automobilistica sulla base della comunicazione di qualche semplice informazione.

Dovrete infatti semplicemente indicare:

  • Regione o Provincia autonoma di appartenenza;
  • Normativa: tra Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 e Euro 6;
  • Anno di immatricolazione;
  • Potenza espressa in kw o in cv;
  • Tipo di autoveicolo: tra autovettura, ciclomotore, quadriciclo, motociclo;
  • Motore: tra gpl / metabo / gas o benzina / diesel.

Cliccando su “calcola” riuscirete a ottenere in pochi istanti l’importo da pagare.

In alternativa, potete effettuare il calcolo del bollo attraverso il sito internet dell’Aci o mediante il sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Dove pagare il bollo auto?

Il bollo auto può essere pagato in tabacchiera, con bollettino postale, presso gli ufici dell’ACI, presso le agenzie di pratiche auto.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteE’ possibile ritirare la querela?
Articolo successivo730 precompilato 2017: oggi scadenza invio dati Tessera Sanitaria, ecco il modulo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here