Legge 104 e agevolazioni sull’auto

La Legge 104 prevede diverse facilitazioni finalizzate all’assistenza e all’integrazioni delle persone disabili, tra queste ci sono speciali agevolazioni sull’acquisto dell’auto e sul pagamento del bollo. Infatti i cittadini disabili, e alcune volte anche i loro accompagnatori, possono servirsi della detrazione sull’Irpef del 19% e dell’Iva agevolata al 4%, oltre all’esenzione del pagamento del bollo.

Conosciamo le condizioni che determinato queste agevolazioni.

Legge 104: quali soggetti possono beneficiare delle agevolazioni?

La legge 104 riconosce agli individui con un handicap grave la possibilità di usufruire delle agevolazioni sull’automobile. Per handicap gravi si intende una riduzione dell’autonomia personale tale da necessitare di “un intervento assistenziale, permanente, continuativo e globale”.

I soggetti che possono beneficiare delle misure sono:

  • i disabili con handicap derivante da patologie che comportano una limitazione permanente della capacità di deambulazione;
  • i disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Inoltre, se il disabile è a carico della famiglia e possiede un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro può ricevere l’agevolazione prevista dalla Legge 104.

Si consiglia questo volume:

Applicare la legge 104/1992

Applicare la legge 104/1992

Marta Bregolato, 2015, Maggioli Editore

Questa nuovissima Guida pratica sull’applicazione della Legge n. 104/92 - Legge-quadro dedicata interamente alle persone affette da handicap (diritti per l’integrazione sociale, per assicurarne l’assistenza e la tutela e per l’inserimento nel campo della formazione...



Quali veicoli possono essere agevolati?

I soggetti con gravi handicap possono usufruire delle agevolazioni su Irpef, Iva e bollo auto su:

  • automobili,
  • autoveicoli per il trasporto promiscuo
  • autoveicoli specifici
  • motocarrozzette
  • motoveicoli per il trasporto promiscuo e
  • motoveicoli per trasporto specifici
Manuale pratico  dell’amministrazione  di sostegno

Manuale pratico dell’amministrazione di sostegno

Francesca Sassano, 2016, Maggioli Editore

Il  testo è un’analisi pratica dell’amministrazione di sostegno, istituto posto a tutela della persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai...



Invece, sugli autocaravan la detrazione si limita solo all’Irpef del 19%. In generale per la detrazione sull’Irpef, non ci sono limiti di cilindrata.

Invece,  l’Iva agevolata al 4% e l’esenzione dal pagamento del bollo auto è prevista ai veicoli nuovi o usati con cilindrata fino a 2000 cc in caso di motore a benzina e fino a 2800 cc in caso di motore diesel.

È ovvio che il veicolo deve essere condotto dal disabile che beneficia dell’agevolazione o dall’accompagnatore, infine è necessario che sia intestato al disabile o al familiare che lo ha a carico.

Il titolare della Legge 104 e la detrazione sull’Irpef e sull’Iva

Il soggetto titolare della Legge 104 ha diritto alla detrazione del 19% del costo sostenuto per l’acquisto dell’auto, quindi lo sconto si attiva sulla dichiarazione dei redditi e sulle tasse da pagare.

Si può usufruire dell’agevolazione solo con una spesa massima di 18.075,99 euro, e si può scegliere se utilizzare la detrazione interamente nel periodo d’imposta nel momento dell’acquisto oppure in quattro quote annuali.

Infine, al momento dell’acquisto dell’auto, il soggetto può usufruire anche dello sconto sull’Iva dal 22% al 4%. Lo sconto è valido solo sui veicoli con cilindrata fino a 2000 cc in caso di motore a benzina e fino a 2800 cc in caso di motore diesel.

Si può anche essere esenti dal bollo?

I disabili possono essere anche esenti dal pagamento del bollo auto, ma la modalità di presentazione della domanda varia dalla Regione di residenza. Per fare richiesta è necessario presentare all’ufficio tributi, la documentazione medica che attesti l’invalidità, l’agevolazione nel momento in cui viene riconosciuta rimane permanente.

L’esenzione dal bollo spetta solo per un veicolo, se il soggetto ha più veicoli dovrà scegliere quello sul quale non pagare la tassa.

LA PROTEZIONE PATRIMONIALE DEI SOGGETTI DISABILI

LA PROTEZIONE PATRIMONIALE DEI SOGGETTI DISABILI

Giammatteo Rizzonelli - Piero Bertolaso Brisotto, 2017, Maggioli Editore

Con il decreto attuativo interministeriale, firmato il 23 novembre 2016, è divenuta operativa la Legge 22 giugno 2016, n. 112 – nota come legge sul “Dopo di noi” – volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia dei soggetti con...




CONDIVIDI
Articolo precedentePensioni e Ottava Salvaguardia: quando vado in pensione? L’Inps risponde
Articolo successivoIl Partito democratico e l’abuso di democrazia

1 COOMENTO

  1. mi è stata riconosciuta la 104, rivedibile a giugno 2018.
    mia moglie è in possesso di una fiat panda, siamo regolarmente sposati, siamo sullo stato di famiglia l’auto serve al trasporto mio. sia il bollo,che l’assicurazione viene pagata sul mio c/c. E’ possibile usufruire dei benefici della mia 104

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here