rottamazione cartelle equitalia

Sono molti gli Italiani che hanno già sposato l’iniziativa di Equitalia: circa 100mila, infatti, le richieste di rottamazione delle cartelle esattoriali di debiti rimasti in sospeso tra il 2000 e il 2016, giunte tra il 4 novembre ed il 30 dicembre scorso.

Grazie alla Legge di Stabilità 2017, il termine entro il quale presentare richiesta è stato notevolmente ampliato. Vediamo insieme come beneficiare della “rottamazione agevolata”.

  • Per approfondire, ti consigliamo il nostro ebook: clicca qui

Speciale LEGGE DI STABILITA’

Rottamazione Cartelle Equitalia: in cosa consiste?

La vantaggiosità della suddetta rottamazione consiste nell’esenzione del contribuente dal pagamento di sanzioni e interessi di mora: questo accade anche in caso di multe stradali. Inoltre, la possibilità di pagamento agevolato è valida anche per i debiti sorti nei confronti di uno dei 4mila 500 Comuni italiani che riscuotono con ingiunzione di pagamento.

Il progetto di matrice renziana dovrebbe fruttare al Fisco circa 3,4 miliarsi di euro in due anni.

Quali sono le modalità con cui aderire?

Entro il 28 febbraio, Equitalia comunicherà a mezzo posta ordinaria, a ciascun contribuente, gli eventuali debiti contratti entro il 31 dicembre 2016, ma non ancora notificati.

Di qui, ci sarà tempo fino al 31 marzo 2017 per aderire alla rottamazione agevolata: il contribuente dovrà presentare domanda presso gli sportelli o tramite Posta Elettronica Certificata.

Le risposte dell’ente di riscossione giungeranno non prima del 31 maggio: solo allora, infatti, verranno indicate, infatti, le somme dovute dai contribuenti che hanno aderito, insieme ai relativi bollettini con le date di scadenza dei pagamenti.

Come rottamare le cartelle di Equitalia? Clicca qui per il pacchetto ebook!

Rottamazione Cartelle Equitalia: come si effettuano i pagamenti?

Al contribuente, è lasciata la possibilità di scegliere se

  • adempiere in un’unica soluzione, che dovrà essere versata entro luglio 2017;
  • frazionare il pagamento in un massimo di cinque rate (prima dell’approvazione definitiva della Legge di Stabilità erano 4): in questo caso, l’ultima rata non potrà essere fissata oltre il 30 settembre 2018, semprechè il 70% delle somme dovute venga versato entro la fine del nuovo anno corrente.

Scarica qui il nuovo modulo di adesione alla rottamazione di Equitalia

Dal 1° luglio 2017, poi, Equitalia s.p.a. sarà soppresso, e unico titolare dei crediti fiscali sarà l’Agenzia delle Entrate.

Per tutti gli approfondimenti, SPECIALE ROTTAMAZIONE CARTELLE ESATTORIALI

Come difendersi dalle cartelle esattoriali

Come difendersi dalle cartelle esattoriali

Nunzio Santi Di Paola, Francesca Tambasco, 2016, Maggioli Editore

L’opera, con il pratico FORMULARIO (su Cd-Rom) e le TAVOLE SINOTTICHE, è un prezioso strumento di lavoro per magistrati ordinari e tributari, avvocati, dottori commercialisti e altri professionisti abilitati alla difesa davanti alle Commissioni tributarie provinciali e regionali,...




CONDIVIDI
Articolo precedentePensione di invalidità: come si eredita l’assegno di inabilità?
Articolo successivoCanone Rai 2017: tutte le novità sul pagamento

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here