gentiloni

Passaggio della campanella tra Renzi e Gentiloni, e via al primo Consiglio dei Ministri.

L’Agenda Gentiloni sembra volta a mantenere gli impegni presi dal Governo Renzi, e a concludere le questioni lasciate in sospeso, anche causa Referendum costituzionale.

Per la composizione del nuovo Governo: Nuovo Governo Gentiloni: chi sono i Ministri e quali sono le priorità?

La lungimiranza del progetto “Casa Italia”


Si comincia subito dall’esigenza più incombente, la questione “Terremoto”: l’impegno del nuovo premier è quello di intraprendere un piano di ricostruzione che guardi al futuro. Non servono edifici di emergenza, ma architetture che tengano conto, di qui in avanti, della natura sismica del nostro Paese. Il Governo si augura che l’Unione Europea, a marzo, non tenga conto della spesa del progetto “Casa Italia” per il rendiconto finale.

Per approfondire usa lo speciale: LEGGE DI STABILITA’ 2017

L’occupazione e l’Industria 4.0

Seconda parola chiave del programma politico è “lavoro”: è necessario assecondare le piccole riprese dell’economia di questi giorni. A ciò mira anche la c.d. Industria 4.0 approvata dalla Legge di Stabilità 2017, che dovrebbe incidere, nel lungo termine, sulla competitività dei prodotti e sulla capacità produttiva. Per le imprese, infatti, sono previsti grossi incentivi fiscali sull’acquisto di beni strumentali nuovi (super ammortamento del 140%); il sostegno economico è ancor più consistente se i beni sono digitali (iper ammortamento del 250%). Allo stesso scopo, gioverebbe attuare la non più così recente delega fiscale europea sui c.d. “acquisti verdi”.

Le nuove Ape e i voucher per la disoccupazione

Di seguito, il Governo provvederà a liquidare le pensioni anticipate, così come risultanti dalla nuova Legge di Stabilità; e a completare la Riforma del Lavoro, laddove il Jobs Act sia rimasto solo sulla carta: contro la disoccupazione, sarà operativo uno speciale voucher con cui ridare impiego e riqualificare i lavoratori.

Per approfondire usa lo speciale: RIFORMA PENSIONI

Anche la revisione della Legge Madia sulla scorta delle pronunce costituzionali e l’abolizione di Equitalia s.p.a. entro luglio 2017 rientrano tra le priorità del neo Presidente del Consiglio.

Potrebbe interessarti anche: Sentenza Consulta su riforma Madia, ininfluente sui furbetti del cartellino

Che non stia passando in secondo piano la riforma delle legge elettorale? A quando le modifiche dell’Italicum?

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso Cancellieri 2016: altre 200 nuove assunzioni
Articolo successivoAutovelox collocato in una postazione fissa non decretata dal Prefetto

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here