autovelox

È possibile annullare la multa con autovelox se la strada urbana a scorrimento presenta una carreggiata singola, questo è quanto ha stabilito la Suprema Corte nella sentenza n. 12231.

In pratica, la multa per poter essere valida deve essere presa in una strada con almeno due carreggiate ben separate e con minimo due corsie di marcia, così la polizia stradale può avere la possibilità di fermare l’automobilista per segnalargli nell’immediato l’inflazione. Ne consegue che, se l’amministrazione non dimostra al giudice le condizioni della strada, tali da consentire alla polizia stradale di segnalare nell’immediato l’infrazione, questo può annullare la multa.

Clicca per approfondire la tematica autovelox e multe

Multa autovelox, quando contestarla?


Di seguito la vicenda accaduta ad un’automobilista di Torino al quale è stata respinta, sia dal giudice di prime cure che dal Tribunale, la contestazione della contravvenzione con autovelox. Per fortuna non si è arreso e ha continuato la sua battaglia presentando il ricorso in Cassazione che l’ha accettato dichiarando illegittima la multa perché appunto il tratto di strada in oggetto non è qualificabile come “strada urbana di scorrimento”.

Precisamente l’art. 2 c. 2 lett. d) del Codice della strada, definisce come “strade urbane di scorrimento” le strade a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia.

La strada dove è accaduto il fatto presenta un’unica carreggiata e questo ha permesso alla Cassazione di annullare la multa.

Multa autovelox: ecco i casi in cui è possibile impugnarla

Oltre al caso presentato esistono altre condizioni grazie alle quali è possibile impugnare una contravvenzione per eccesso di velocità.

  • Installazione illegittima degli autovelox
    Secondo il Consiglio di Stato nella sentenza n. 4321/14 l’autovelox deve essere posizionato su strade con un alto tasso di incidentalità, se ciò non si verifica la multa è considerato illegittima.
  • Visibilità dell’apparecchio
    L’apparecchio deve essere ben segnalato e ben visibile, altrimenti è possibile fare ricorso al verbale degli agenti di polizia, questo è stato stabilito dal  Giudice di Pace a Vasto nella sent. n. 246/14 e dalla Cassazione nella sent. n. 11131/09.
  • Corretta segnalazione dell’autovelox
    L’Autovelox deve essere segnalato con un cartello posto almeno 400 metri prima, in assenza di ciò la multa è illegittima. [G.d.P. Terni, sent. n. 762/12.]
  • Autovelox e pubblici ufficiali
    Le multe sono nulle se l’apparecchio è gestito da società private, questo è stato stabilito da una Circolare Ministro dell’Interno del 3.8.07.
  • I lampeggianti dell’auto della polizia devono essere accesi
    La postazione della polizia deve essere ben segnalata altrimenti la multa è considera illegittima, così ha dichiarato il Giudice di Pace di Gallarate, nella sent. n. 101/14.
  • Più corsie più segnalazioni
    Se la strada presenta più corsie il limite di velocità deve essere posizionato sia a destra che a sinistra, questo è quanto è stato stabilito dal Giudice di Pace a Venezia nella sentenza n. 892/14.
  • Limite di velocità superato di poco
    Il Giudice di Pace di Gallarate nella sent. N. 267/14 ha stabilito che la multa per eccesso di velocità si può annullare se il limite è stato superato di poco perché la causa potrebbe essere la taratura dell’apparecchio.
  • Superstrada e Polizia Municipale
    Nella sentenza n. 23813/09 la Cassazione ha deciso che sono da considerare illegittime le contravvenzioni fatte dalla polizia municipale in strade extra urbane, come le autostrade perché queste sono di competenza della Polizia di Stato.

Per ulteriori chiarimenti si consiglia la lettura del seguente volume:


CONDIVIDI
Articolo precedenteDonazione di beni altrui: quando è legittima
Articolo successivoFacebook Marketplace: come guadagnare vendendo sui Social

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here