marijuana

Da poco la Corte di Cassazione ha riportato nella sentenza 40030 che non è un reato coltivare una piantina di marijuana sul balcone.

La sentenza, in riferimento alla vicenda di un signore che ha coltivato una piantina di marijuana sul suo balcone, va contro l’opposizione della procura di Siracusa la quale ha sostenuto che la condotta del soggetto ha violato gli articoli 425-438 del codice di procedura penale.

Per saperne di più: LEGALIZZAZIONE CANNABIS


Il procuratore ha indicato i 3 elementi secondo i quali la condotta andava sanzionata:

  • la tipologia di pianta;
  • la quantità di principio attivo che deve superare i minimi di legge;
  • il peso della pianta pari a 312 mg contro i 25 mg prevista dalla normativa.

Cerchi un avvocato? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti.
È gratis!

Marijuana: quando è lecito coltivare una piantina

Da quanto emerso dalla sentenza 40030 è lecito avere una piantina di marijuana sul balcone di casa quando questa non supera determinate misure e quindi non è considera utilizzabile per uso personale.

Queste, in sintesi, le ragioni che hanno portato a rifiutare il ricorso da parte della Corte di Cassazione.


CONDIVIDI
Articolo precedenteNuove bollette Telecom: quando l’utente non ha diritto alla restituzione dell’IVA
Articolo successivoIntervista esclusiva a Marco Travaglio. Referendum, Mattarella e Donald Trump

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here