flessibilità in uscita

La flessibilità in uscita nel sistema pensionistico deve essere prevista “in tempi stretti”.

PER ESSERE AGGIORNATO:

VAI ALLO SPECIALE SU RIFORMA PENSIONI: TUTTE LE NOVITÀ DEL 2016

E’ quanto dichiarato dal Presidente dell’INPS, Tito Boeri, a margine del Graduation Day all’Università Cattolica, a Roma, il quale ha motivato l’urgenza dell’inserimento della flessibilità in uscita sia per via della forte penalizzazione dei giovani che attualmente sussiste sia per l’alto livello di disoccupazione giovanile.

PENSIONE, PART-TIME IN USCITA IN ARRIVO: COME FUNZIONA?

Quella del part-time in uscita per chi è prossimo alla pensione “è una sperimentazione e come tale va studiata, non si può dare un giudizio prima”, sono state le parole di Boeri. “Abbiamo voluto studiare una generazione che può essere indicativa – ha chiarito il presidente dell’Inps -, quella del 1980 e abbiamo ricostruito l’estratto conto previdenziale”.

PER SAPERNE DI PIÙ SI CONSIGLIA ANCHE:

Part-time a 3 anni dalla pensione, chi può? I requisiti

PENSIONE, PART-TIME IN USCITA IN ARRIVO: CHI PUÒ BENEFICIARNE?

“Abbiamo preso in considerazione i lavoratori dipendenti, ma anche gli artigiani, persone che oggi anno 36 anni e che probabilmente a causa di episodi di disoccupazione vede una discontinuità contributiva di circa 2 anni. 2 anni senza contributi”, ha continuato Boeri per il quale “ora se la generazione 1980 dovesse andare in pensione con le regole attuali che prevedono i 70 anni, con l’interruzione contributiva registrata ci andrà dopo 2-3 o anche 5 anni perché non ha i requisiti minimi”.

Si tratta, infatti, di 2 anni senza contributi che costeranno alla generazione del 1980 un ritardo nel raggiungimento del traguardo della pensione anche di 5 anni, con la conseguente possibilità di accedere alla pensione a 75 anni di età.

I limiti di stanziamento tuttavia ci sono, ha spiegato Boeri “quindi in ogni caso non potranno esserci più di 30mila lavoratori nel giro di 3 anni”. Il presidente dell’INPS ha comunque fatto presente che le rispettive proposte sono state avanzate “ ormai quasi un anno fa” presentandole puntualmente all’Esecutivo. “A ottobre – ha dichiarato – le abbiamo rese pubbliche. Il nostro contributo lo abbiamo dato, adesso spetta alla politica decidere cosa fare. Io mi auguro che qualcosa venga fatta”.

PENSIONE, QUANTO PRENDEREMO? IN ARRIVO LE BUSTE DELL’INPS

PER APPROFONDIRE SI CONSIGLIA ANCHE:

Quanto prenderai di pensione? In anteprima le tabelle INPS

Sono in fase di avvio anche le cosiddette buste arancioni dell’INPS con le quali l’Istituto di previdenza comunicherà, entro questa settimana, a 150mila cittadini “le informazioni di base con la stima dell’estratto conto contributivo, e la previsione del rapporto tra contributi versati, pensione futura e possibile data di uscita”.

Secondo Tito Boeri si tratta di una procedura significativa in quanto nel nostro Paese esiste “una bassa cultura previdenziale e una consapevolezza finanziaria ancora più bassa, soprattutto fra i giovani”. “Abbiamo trovato tantissimi ostacoli, – ha chiarito Boeri – soprattutto per l’invio delle buste arancioni perché, lo voglio dire con sincerità, c’è stata paura nella classe politica, paura che dare queste informazioni la possa penalizzare”.


CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo Codice Appalti: scarica il testo definitivo bollinato dalla RGS. Quali modifiche?
Articolo successivoPer far chiudere un’attività all’interno di un Condominio cosa serve?

27 COMMENTI

  1. E pensare che questi farfuglioni prendono anche, oltre ad uno stipendio da Nababbi, a riduzioni di spese, a viaggi gratuiti per loro, per i parenti, ecc. ecce. oltre 3.000,00 € al mese per i disagi di dove andare a Roma a lavorare in parlamento…!!!!!!!!!! e prendono questi soldi anche se non ci vanno..!!!!!!!!!!!!!!!
    A noi qundo ci ridanno i nostri soldi ????? Quelli che senza alcun privilegio abbiamo versato in oltre 40 anni di ONESTO LAVORO?

  2. Tanti dei politici di allora sono ancora li a prendere decisioni in parlamento sono quelli che hanno contribuito a creare i disastri per il debito pubblico. I politici devono dare l’esempio e abbandonare i privilegi che godono. Non devono essere solo i lavoratori a salvare la patria. L’Italia è di tutti, ognuno deve fare la propria parte. Si parla di prestito pensionistico e i nostri contributi versati dove sono finiti. Io penso che 38 anni di contribuiti e 62 anni di età possono bastare per decidere della propria vita. Continuare o lasciare il lavoro per liberare un posto per dare speranza al futuro dei giovani che lo cercano. Il referendum di ottobre è la sopravvivenza o della decadenza di questo governo di tante promesse.

  3. Renzi la devi smettere di prenderci per il culo, da circa un anno parli di flessibilità in uscita cercando in quale modo farci pagare l’anticipo pensionistico con prestito bancario o assicurativo a persone nate negli anni 51-52-53 che hanno contributi che vanno dai 38 anni ai 41. Considerando che la vita media degli uomini è di anni 78 e quella delle donne di anni 82 e in considerazione che con 35 anni di contributi si può avere la pensione per 22 anni e con 40 di servizio una pensione per 25 quindi avete fatto cassa di contro i signori politici mantengono tutti i privileggi incominciando dalla reversibilità, agli stipendi il doppio degli altri parlamentari europei e con sei mesi di servizio-1anno o 5 anni vanno in pensione a 65. I giovani devono sapere che fino a quando questi buffoni tengono prIgionieri gente che già dovrebbero essere in pensione non ci sarà mai un ricambio generazionale. QUINDI MANDATE A CASA QUESTI PAGLIACCI CON QUALSIASI MEZZO E PUNITELI ANCHE ALLE IMMINENTI CONSULTAZIONI ELETTORALI E REFERENDARI. FARE GIRARE IL MESSAGGIO!!!!!!!

  4. Come da anni solo promesse elettorali !
    SCEGLIERE BENE QUANDO SI VOTERÀ’ !
    RACCOLTA FIRME PER EMENDARE LEGGE LEGATA AI PROGRAMMI ELETTORALI SE NON MANTENUTI DIMISSIONI CERTE DEL GOVERNO !! COSI LA FINIRANNO DI RACCONTARE BALLE E SPENDERE ORE DI TV SPAZZATURA !!

  5. Solo bla..bla.. per le pensioni sanno solo promesse elettorali
    Ricordate che l’unica ns possibilità sarà il voto in autunno per mandarli a casa !!!!!!

  6. PER SAPERE QUALCOSA DI PRECISO BISOGNERA’ ASPETTARE DOPO LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE? RICORDATEVI CHE CHI DEVE ANDARE IB PENSIONE QUESTI GIOCHETTI LI CONOSCE TUTTI……

  7. Sono un disabile con solo 1/3 di abilita lavorativa, ho 62 anni e percepisco un assegno di inabilita de 1200 euro netti
    calcolato su quasi 40 anni di versamenti
    ma quando potro avere i miei diritti visto che tutti i pensionati e possessori di vitalizi pretendono i diritti della costituzione. Mi vergogno di essere italiano.

  8. Dove non arriva la Giustizia Terrena..arriverà quella Divina,,la pagherete molto cara..state distruggendo generazioni per curare i vostri interessi

  9. occorre fare una rigenerazzione dare posto ai giovani dopo 40 di contributi lavorativi…sono piu che sufficenti …devono tagliare le loro pensioni e vitalizi…. allora i soldi gli troverebbero no penalizzare sempre noi… siamo stanchi ma stanchi bene

  10. che taglino i vitalizi e le superpensioni siamo stanchi ma stanchi bene perchè dopo 40 anni di lavoro …sono piu che sufficenti occorre fare una rigenerazzione e dare posto a questi giovani noi abbiamo gia dato …..

  11. Per non parlare dei ferrovieri: Hanno spostato la loro pensione di 9 anni senza battere ciglia,non sono piu’ usuranti ed hanno una mortalita’ media a 64 a 64 anni. Praticamente li hanno condannati a morte in servizio. Bravi, e’ l’utima volta che comandate.

  12. Oltre alla continua presa per i fondelli in merito alla flessibilità’ a me che sono in mobilità’ e’ capitato di essere chiamato a svolgere quello che viene definito un lavoro socialmente utile nella segreteria di una scuola superiore, il dirigente scolastico che mi ha convocato ha giustificato il fatto che la scuola e’ sotto organico.Non ci sarebbe niente di strano se ci fosse realmente da lavorare,in realtà’, io devo rimanere 4 ore al giorno e mediamente sto svolgendo lavoro per 30′ circa.Io mi domando se i centri per L’ impiego si interessano di ciò’ che avviene oppure fanno un piacere al sig. Renzi,così risulta un incremento di occupazione,infine quando sono entrato in mobilità’,come me si sono trovati nella stessa condizione due colleghi più’ giovani e con meno contributi versati,il centro per L’ impiego ha scelto me adducendo che abitavo nelle vicinanze della scuola,in realtà’ i due colleghi si trovano molto più’ vicini del sottoscritto al luogo in cui sono impegnato.Non è’ per caso che il governo sta mettendo a punto strumenti per far fuori i vecchi e risparmiare su future pensioni?

  13. Ho 62 Anni sono in DIPENDENTE regionale responsabile dell’antincendio boschivo ho laborato Gia per 40 Anni. Cosa . Devo dare Ancora ? Lavoro faticoso e rischioso.

  14. Ha 75 anni si pensa che saranno pochi quelli che arrivano in pensione,allora queste leggi sono fatte solo per non pagare più le pensioni,pero i contributi caro direttore dell’ Inps veli prendete e anche cari ,e cosa fate dopo con queste pensioni che non pagate,vi aumentate gli stipendi? E solo una vergogna fare certe leggi a scapito dei lavoratori.

  15. BASTA TIRA E MOLLA E CON PRESA IN GIRO SIG. RENZI PERCHE’ ALLE PROX ELEZIONI LA PAGHERAI!!!!

  16. A 60 anni si è già dato. Punto. Restituite i contributi o li avete per caso rubati? Se avevo in tasca quanto ho versato ora ero ricca… invece che ne avete fatto?

  17. Ora vi faccio notare quello che sanno fare i politici:a 40 anni di contributi mi hanno messo in mobilità x 3 anni, due mesi prima che partissi ho subito un intervento e mi hanno accolto un’invalidità che era molto alta, andando in mobilità percepisco i contributi e un mantenimento che va ha diminuire anno x anno praticamente costretto a fare la mobilità altrimenti in pensione non ci andrò mai perchè la legge dice ;opzione mobilità o assegno Non vi pare un controsenzo.Fosse finita qui,dopo 5 mesi di mobilità mi ha chiamato il comune per lavori socialmente utili (4 ore al giorno)Tra poco è 1 anno che vi lavoro.Fate un esame di coscienza ma questo è un governo giusto

  18. ero (Sono?)un elettore pd, i lavoratori usuranti devono andare in pensione a 60 anni a meno che lo stato non vuole risparmiare sulla pelle nostra e sulle aziende per malattie infortuni ecc. largo ai giovani.governo fai una politica di sinistra altrimenti sbatti e di brutto tutti quelli che conosco non vi votano più.

  19. Noi tutti ci lamentiamo ma vi voglio ricordare che Noi siamo di più di loro, quando ci decidiamo di porre fine a questa tortura psicologica mandiamoli via a calci e leviamoci i lori beni forse un domani capiranno che un ricco non vuole capire un povero

    MUOVIAMOCI E SUBITO

  20. sono stanco di sentire le solite bugie da parte di questi politici con a capo renzi..ho 61 anni devo guidare i bus con orari pesanti ,mentre ci sono giovani che hanno bisogno di lavoro..poveri figli nostri…

  21. Fatti e non parole!!! dopo i 60 per le aziende siamo vecchi mentre per lo stato siamo giovani!!! Mettetevi d’accordo!!!

  22. Bisogna fare i fatti non le chiacchiere!!! Per le aziende dopo i 60 anni siamo vecchi per lo stato siamo giovani!!! Mettetevi d’accordo!!!

  23. Renzi non ha nessuna intenzione di modificare la legge Fornero , nel frattempo che lui fa finta di pensarci alla gente come me, con 42 anni anni di contributi stanno portando via anche l’anima.
    Certo noi lavoratori non siamo petrolieri, non siamo banchieri, non apparteniamo alla gente che conta , per Renzi siamo carne da macello, ignoranti , non meritevoli di alcuna tutela , da spogliare di qualsiasi diritto, compreso quello di curarci , e fra l’altro dando ai medici la possibilità di non rispondere dei loro errori sanitari neanche in caso di colpa grave, il tutto per risparmiare nella sanità e poter meglio foraggiare , Petrolieri e banchieri amici suoi e parenti dei vari Ministri

  24. BASTA PROMESSE DA PINOCCHIO !!! VOGLIAMO I FATTI E PRESTO . I GIOVANI NON TROVANO LAVORO E GLI ANZIANI CONTINUANO A ESSERE SPREMUTI. ALLE PROSSIME ELEZIONI CE NE RICORDEREMO . FATE GIRARE IL MESSAGGIO !!!!

  25. Sono 3 anni che si sentono annunci , proposte, analisi , ma di fatto non concludono nulla, sarebbe opportuno non dare informazioni illusorie , e inconclusive, ma fatti concreti , e questo che chiedono i cittadini.

  26. Pensione a 60 anni senza tagli agli invalidi disoccupati.La mia speranza di vita non e’ quella Fornero

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here