Con la bella stagione iniziano le gite e nell’organizzazione della partenze è importante controllare l’autovettura che sia perfettamente in regola, soprattutto se a bordo ci sono dei bambini.

Proprio rivolto a loro si deve programmare un viaggio conoscendo le loro difficoltà e le esigenze. Dapprima, è bene che presti la massima attenzione al modo in cui installa il seggiolino sull’auto, così da garantire la massima sicurezza a tutta la famiglia.

Prima dell’installazione è opportuno una verifica del seggiolino per l’auto in rapporto al peso e all’età del bambino.

I seggiolini e/o gli adattatori devono essere sempre omologati e il loro utilizzo è obbligatorio, come imposto dall’attuale Codice della strada.

La norma stradale prevede che i bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie. Inoltre, i bambini di statura non superiore a 1,50 m, quando viaggiano negli autoveicoli per il trasporto di persone in servizio pubblico di piazza o negli autoveicoli adibiti al noleggio con conducente, possono non essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore ad anni sedici. I bambini non possono essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l’airbag medesimo non sia stato disattivato anche in maniera automatica adeguata.

I bambini devono essere assicurati con sistemi di ritenuta per bambini, eventualmente presenti sui veicoli.

Per esser omologato il seggiolino deve riportare una etichetta arancione con le sigle ECE R44 (o solo R44), segue poi la portata massima in Kg del peso del bambino. La stampa E, seguita dal numero del paese in cui è stata fatta l’omologazione (l’Italia è E3) e codice dell’omologazione.

 

Classe Peso Sedile anteriore Sedile posteriore
 

0

Sino a 9 kg di peso Seggiolino contro marcia, con airbag disattivato Seggiolino o navicella, per i primi mesi. Oppure in accudito da una persona di almeno 16 anni.
 

0+

Sino a 13 kg di peso Seggiolino contro marcia, con airbag disattivato Seggiolino, oppure in accudito da una persona di almeno 16 anni.
 

1

Infanti da 9 a 18 kg di peso Seggiolino contro o fronte marcia, con airbag disattivato Seggiolino fronte marcia
 

2

Bambini tra i 18 e i 25 kg Seggiolino o adattatore fronte marcia, con airbag disattivato Seggiolino o adattatore fronte marcia
 

3

Bambini tra i 25 e i 36 kg, oppure sino a 150 cm Adattatore fronte marcia, con airbag disattivato Adattatore fronte marcia

 

Spesso i conducenti e i genitori non prestano attenzione alla sicurezza dei propri bambini all’interno dell’auto, la stessa si può manifestare anche nella fase dell’uscita dal mezzo.

Spesso la loro età non è in grado di recepire il pericolo del veicolo in arrivo, meglio assicurassi che l’attraversamento del bambino avvenga in sicurezza per lui e per gli altri.

Durante il viaggio si deve prevedere ogni eventualità per cui è necessaria una certa organizzazione.

Sicuramente necessita una borsa destinata espressamente al materiale “da viaggio”: un cambio completo di vestitino, pannolini, un biberon con camomilla per tranquillizzare il bambino e, ovviamente, il latte necessario ai pasti.

Se il bambino è più grande almeno dei giochi e delle bevande, oltre al suo cibo preferito.

Nessun problema per gli spostamenti brevi, se il viaggio è invece lungo occorre naturalmente programmare delle soste.

Evitare per i viaggi impegnativi le ore più calde, ed evitare i giorni in cui il rischio code è particolarmente elevato.

Tenete presente che i bambini soffrono caldo e freddo né più né meno degli adulti, quindi non esagerate con il riscaldamento e nemmeno con l’aria condizionata.

Opportuno è prevedere delle tendine parasole per proteggere i bimbi dai raggi solari.

Queste semplice regole sono in grado di soddisfare e di garantire la massima sicurezza dei bambini.

Per la sicurezza è importate saperle metter e in pratica, seguirle può fare la differenza tra viaggio lieto e felice ed un viaggio……

Buon viaggio e soprattutto allacciate le cinture vostre e dei bambini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome