e-commerce

Il commercio elettronico, meglio conosciuto come e-Commerce, sta diventando la nuova frontiera per la vendita dei prodotti.

Vendere prodotti e servizi tramite il Web, infatti, ormai da alcuni anni ha assunto davvero una dimensione notevole: nel 2015 in Italia è aumentato del 28% raggiungendo quota 7,5 miliardi di euro. I dati diffusi dalla Confesercenti hanno, poi, rivelato come il 40% di chi ancora non lo fa è nell’ottica di iniziare a farlo nell’immediato futuro.

COME SI COSTRUISCE UN E-COMMERCE DI SUCCESSO?


Per realizzare un e-Commerce proficuo e funzionale all’utenza, il primo step da seguire è quello di studiare l’azienda, il mercato, il target e i prodotti (con un occhio di riguardo soprattutto al mercato del lusso, come il portale Chrono24.it, il quale offre, ad esempio, una vetrina completa ed affidabile per chi è interessato alla compravendita di orologi). Per concretizzare, poi, il progetto, in realtà non troppo distante da un negozio “fisico”, vi è la necessità di ricreare un ambiente ospitale, con una ripartizione logica e ordinata della merce acquistabile, implicante quindi:

– la possibilità  di visionare da vicino il prodotto;

– la possibilità  di ottenere tutti i dettagli del prodotto;

– la possibilità  di inserire facilmente i prodotti nel carrello;

– la possibilità  di raggiungere le casse in maniera immediata;

– e, cosa più importante, la possibilità  di pagare con tutte le diverse modalità  di pagamento di cui si dispone.

Il terzo step, infine, riguarda la cosiddetta User Experience, in cui deve essere assicurata l’immediatezza e la semplicità  della navigazione: in sostanza, il consumatore con pochi clic deve effettuare facilmente l’acquisto, l’intero processo dunque non deve risultare il frutto di un ragionamento troppo complesso, essendo al contrario totalmente intuitivo.

In tal senso assumono un’importanza fondamentale per l’utenza:

1) la configurabilità  del singolo prodotto;

2) lo storytelling del prodotto (vale a dire informazioni dettagliate non soltanto sulla singola merce ma anche sulla storia del brand);

3) call to action con le immagini (ossia bottoni e banner utili a promuove l’acquisto quali parti integranti dell’intera impostazione del sito)

4) la costante visibilità del carrello.

Infine, uno dei servizi che oggi può segnare la differenza riguarda la possibilità  di avere spese di spedizione gratuite, oltre ovviamente alla velocità di spedizione. Spesso capita, inoltre, che i potenziali acquirenti non abbiano le idee chiare su cosa acquistare, per cui evidenziare opportunamente eventuali sconti o promozioni sussistenti possono agevolare non soltanto l’acquisto ma anche la fidelizzazione del cliente.

QUALI SONO LE NUOVE TECNOLOGIE A DISPOSIZIONE DI AZIENDE E CONSUMATORI?

Ad oggi sono diverse le aziende che decidono di abbandonare il vecchio copia commissioni cartaceo a favore di app per tablet che permettono di consultare più agevolmente il catalogo e, di conseguenza, chiudere un ordine.

Quella verso l’eCommerce, infatti, sembra essere una vera e propria rivoluzione a 360° e in tal senso, le aziende per continuare ad essere competitive sono chiamate ad adeguarsi.

In tal senso, le nuove tecnologie ci vengono incontro: il marketing online, il SEO o la pubblicità  sui motori di ricerca, oltre ovviamente ai social network, stanno infatti diventando sempre di più strumenti fondamentali per competere sul mercato.

Stesso discorso, poi, può applicarsi ai consumatori in quanto gran parte del settore riguardante i prodotti e i servizi si sta spostando online.


CONDIVIDI
Articolo precedenteFord Fiesta ST al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra.
Articolo successivoPorsche 911 R, classicamente sportiva

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here