Da poco meno di un’ora sono ufficialmente aperte le iscrizioni al concorso scuola docenti 2016.

A partire dalle ore 8 di questa mattina infatti, lunedì 29 febbraio 2016, si sono aperte le funzioni per procedere alle iscrizioni al concorso a cattedra, i cui bandi (infanzia/primaria; secondaria e sostegno) sono stati pubblicati venerdì scorso, dopo mesi di lunga attesa.

CONSULTA QUI I BANDI

La nostra Redazione propone di seguito la Guida completa alle iscrizioni: come fare e che cosa stabilisce al riguardo la normativa.

CLICCA IL BANNER PER CONSULTARE TUTTI I VOLUMI INDISPENSABILI PER SUPERARE LE PROVE SCRITTA E ORALE

banner scuola 2

CONCORSO SCUOLA 2016: COME FARE DOMANDA?

QUI PUOI SCARICARE LA SCHEDA SUI POSTI , DIVISA PER AMBITI

La domanda di partecipazione al concorso può essere fatta in una sola Regione, pena l’esclusione.

I candidati hanno la possibilità di concorrere per ognuna delle procedure del bando, precisando nella domanda quelle per cui si ha intenzione di concorrere.

I candidati che possiedono il titolo a partecipare anche alle procedure concorsuali di tipo comune per la scuola dell’infanzia, primaria, per quella secondaria di I e II grado, possono presentare domanda di partecipazione in una Regione distinta rispetto a quella inizialmente scelta.

In merito all’inoltro dell’istanza di partecipazione, esso può avvenire esclusivamente online, tramite IstanzeOnline.

E’, tuttavia, possibile anche contattare un numero telefonico (080.9267603) messo a disposizione dei candidati dal Ministero, che è attivo a partire da oggi, 29 febbraio, fino al 30 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle 18.

I candidati che risiedono all’estero dovranno recarsi presso l’autorità Consolare Italiana, qualora non siano registrati al POLIS.

CONCORSO SCUOLA 2016: COME ISCRIVERSI AL CONCORSO?

Ai fini della partecipazione al concorso i candidati devono prima versare una tassa dell’importo di 10 euro per ogni procedura concorsuale per la quale intendono partecipare.

Attenzione, perché il mancato pagamento della tassa determinerà l’immediata esclusione dal concorso.

Per presentare la domanda di partecipazione al concorso, i candidati avranno a disposizione 30 giorni di tempo, terminando le operazioni nella data del 30 marzo alle ore 14.

CONCORSO SCUOLA 2016: QUALI DATI INSERIRE NELLA DOMANDA?

PER L’ELENCO COMPLETO DEI DATI E RELATIVE ISTRUZIONI SCARICA I BANDI:

INFANZIA E PRIMARIA

. SECONDARIA DI I E II GRADO

. SOSTEGNO

Nella domanda online il docente interessato sarà tenuto a compilare le informazioni richieste rispettivamente riguardanti:

1) Regione e insegnamenti richiesti;

2) titoli di accesso (abilitazione e/o abilitazione e specializzazione in caso di sostegno);

3) altri titoli valutabili aggiuntivi al titolo di accesso;

4) titoli di preferenza (art. 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487);

5) titoli di riserva;

6) altre dichiarazioni.

Attenzione alle indicazioni da inserire nella domanda riguardanti la lingua straniera prescelta per la prova scritta e per quella orale scegliendo tra: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Attenzione anche alla casella attinente alle condanne penali, in quanto la falsa dichiarazione comporta il rischio di incorrere nel consecutivo licenziamento.

CONCORSO SCUOLA 2016: CLASSI DI CONCORSO ACCORPATE, DOVE?

In merito alla riforma delle classi di concorso, certe Regioni, con riguardo ad alcune di queste stesse  classi, sono state accorpate ad altre. Ad esempio alcune in Liguria sono state accorpate alla Lombardia, dove peraltro si sosterranno le prove.

In questo caso, l’istanza va inviata all’USR dove sussistono i posti per cui si intende concorrere, quindi, nel merito dell’esempio riportato sopra la Liguria.

Non ha alcuna influenza la residenza sulla Regione prescelta in cui sostenere il concorso, a condizione, però, che il docente candidato sia in possesso dei titoli di accesso. Soltanto soddisfacendo questa condizione, infatti, gli insegnanti saranno liberi di poter scegliere qualsiasi Regione Italiana.

DI SEGUITO CONSIGLIAMO ALCUNI MANUALI PRATICI PER PREPARASI AL CONCORSO:

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Rosanna Calvino - Andrea Gradini, 2016, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedre 2016 nelle scuole statali di ogni ordine e grado.L’opera infatti affronta, in forma sintetica, semplice e scorrevole tutte le principali tematiche richieste nelle...



La prova scritta per il concorso a cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado

La prova scritta per il concorso a cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado

Pietro Boccia, 2016, Maggioli Editore

Il concorso a cattedre 2016 prevede una prova scritta nella forma di quesiti a risposta aperta, di cui una parte in lingua inglese. La prova è computer based e da concludersi nei limiti del tempo assegnato. Il presente volume costituisce una guida utilissima per prepararsi ad...



Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola dell'infanzia

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola dell'infanzia

Pietro Boccia, 2016, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedre 2016 per ogni ambito o classe di concorso relativi alla scuola dell’infanzia.  Il testo, nel seguire fedelmente le Avvertenze generali del bando di concorso,...



Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola secondaria di II grado

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola secondaria di II grado

Pietro Boccia, 2016, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedre 2016 per ogni ambito o classe di concorso relativi alla scuola secondaria di secondo grado. Il testo, nel seguire fedelmente le Avvertenze generali del bando di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteDepenalizzazione, Ingiuria, Danneggiamento e altri Reati cancellati: addio al risarcimento?
Articolo successivoControllare l’usura dei pneumatici: una questione di sicurezza

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here