Traspo Day, la Bussola del Mediterraneo

Il nuovo punto di riferimento internazionale per la filiera nell’area del Mediterraneo: questo l’obiettivo di Traspo Day, la fiera del trasporto e della logistica che si terrà dal 17 al 20 Marzo 2016 nel polo fieristico A1 Expo – uscita A1 Capua (Ce).

In particolare, essendo negli ultimi anni cresciuto sempre di più l’interesse dei consumatori europei per la qualità dei prodotti agroalimentari, risulta essenziale approfondire tematiche che riguardano, per esempio, le novità nelle spedizioni a temperatura controllata e nella logistica della catena del freddo, le caratteristiche principali di una gestione efficiente della “cold chain”, le peculiarità di un corretto funzionamento all’interno di una così ampia gestione della filiera. Soprattutto perché il nostro Paese, in ambito agroalimentare, occupa una posizione di rilievo e registra il numero di certificazioni più elevato a livello comunitario.


traspo day

Quindi, anche alla luce delle nuove norme per i sistemi di gestione della qualità, Traspo Day affronterà un focus sul settore dell’agro-food che, con un valore di oltre 90 miliardi di euro, si conferma uno dei motori dell’economia italiana. Sarà affrontato, infatti, il tema della gestione delle temperatura sulla IV Gamma, cercando di capire perché il fattore tempo è essenziale e in che modo, oggi, è possibile garantire il mantenimento della temperatura per non danneggiare il prodotto, analizzando anche l’importanza della formazione di autisti e trasportatori durante le operazioni di carico e scarico. Si vedrà più da vicino perché la logistica secondaria rappresenta un ruolo fondamentale per garantire al consumatore finale un prodotto fresco e di qualità, nel pieno rispetto della “shelf life”, ovvero il tempo massimo entro il quale il prodotto può essere commercializzato.

#Labussoladelmediterraneo. Quest’anno Traspo Day propone quattro percorsi base che risponderanno alle direttrici principali della rosa dei venti: 

Nord – Tramontana, la direttrice che dal Mediterraneo punta al Nord Europa: prodotti freschi, gastronomia, veicoli refrigerati, catena del freddo, normative httcp, intermodalità ferroviaria;

Est – Levante, la direttrice che dal Mediterraneo porta ai Balcani e via su verso la Russia e la Cina: materie prime, gasdotti , petrolio, tecnologia, granaglie, sfusi. Intermodalità marittima, regole concorrenza del cabotaggio, frontiere e clandestini, prodotti di alta tecnologia, trasporto sfusi e trasporti in ADR;

Sud – Ostro, la direttrice che dal Mediterraneo porta all’Africa: materie prime, gastronomia, intermodalità marittima, veicoli usati;

Ovest – Ponente, la direttrice che dal Mediterraneo porta attraverso l’Atlantico a Usa, Sud America, Brasile, nuovi mercati, intermodalità marittima, turismo.


CONDIVIDI
Articolo precedenteGuidare senza patente non più reato penale. Ecco le nuove depenalizzazioni
Articolo successivoPensione Anticipata: che cosa cambia nel 2016? Guida completa ai nuovi requisiti

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here