Il 2016 di BMW parte allʼinsegna della sportività. E di quella lettera M che caratterizza i suoi modelli più performanti. Dopo lʼesordio delle nuove berline Serie 3 e Serie 7, ai nastri di partenza del nuovo anno ‒ e che vedremo a gennaio al Naias, il Salone internazionale di Detroit ‒ sono la “piccola” M2 Coupé e il crossover X4 M40i.

Il modello più atteso è proprio la M2 con carrozzeria due porte, perché diventa il modello dʼaccesso a tutta la gamma BMW M. Una piccola grande sportiva, a trazione posteriore e con un fantastico motore 6 cilindri in linea di 3 litri di cilindrata con doppio turbocompressore, che sul corpo leggero della coupé sviluppa la bellezza di 370 CV. Grazie alla funzione overboost, la coppia massima della BMW M2 arriva fino a 500 Nm, ciò che permette ‒ anche grazie al Launch Control ‒ unʼaccelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,3 secondi. A richiesta anche il cambio a doppia frizione e 7 rapporti, mentre il controllo di stabilità integra una inedita funzione M Dynamic Mode che in circuito tollera lo slittamento delle ruote, permettendo di eseguire derapate leggere e sotto controllo.

Abito sportivo anche per il più giovane dei crossover BMW: X4. Al vertice della gamma si pone ora la versione M40i, che porta al debutto un motore tutto nuovo, anche se 6 cilindri in linea 3.0 a benzina come quello della M2. La tecnologia M Performance arricchisce il biturbo BMW e gli consente di erogare una potenza di 360 CV, per una coppia massima di 465 Nm. La carrozzeria della X4 M40i è chiaramente più pesante della coupé e così lo scatto sullo 0-100 si compie in qualche decimo in più, ma i 4,9 secondi di performance sono pur sempre unʼenormità per la categoria. da: www.tgcom24.mediaset.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome