A fornire un quadro sui consumi correlati alle festività natalizie è intervenuto il Codacons che rivela come gli italiani quest’anno spenderanno complessivamente poco più di 10 miliardi di euro, ben 250 milioni in più rispetto all’anno scorso.

Nonostante si registri ancora una disposizione orientata generalmente alla prudenza nella spesa, “a differenza degli scorsi anni, si registra un generale ottimismo che porrà fine alla rigida austerity che aveva caratterizzato le feste di Natale degli ultimi 8 anni, fatte di tagli e di rinunce anche nel settore alimentare”, ha evidenziato lo stesso presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

Ecco, in sintesi, quelle che dovrebbero essere le voci di spesa maggiori per il periodo natalizio: quali consigli per chi vuole risparmiare?


1) ALBERO DI NATALE E DECORAZIONI: QUANTO CI COSTANO?

Rientra a pieno titolo nell’elenco delle spese natalizie, ovviamente più gettonate, l’immancabile albero di Natale (con relativi addobbi). La spesa media per un albero vero di grandi dimensioni può arrivare fino a 500 euro; per uno invece di dimensioni medio-piccole va dai 30 ai 40 euro.

Optando, poi, per un esemplare finto, un albero di dimensioni grandi (da 2 metri in su) può comportare una spesa media di circa 120 euro, mentre uno di grandezza medio-piccola (un metro e mezzo) di circa 60 euro. Sommando poi le necessarie decorazioni, per ottenere uno spaccato sui costi annessi all’acquisto dell’albero, basta fare riferimento ad una ‘normale’ confezione contenente 20 palline per la quale si spendono all’incirca 20 euro, una spesa che ovviamente è destinata a salire se si scelgono addobbi più pregiati.

2) REGALI: QUANTO CI COSTANO?

I regali continuano ad essere la voce di spesa per la quale si investe di più a Natale. Ogni famiglia, secondo quanto diffuso da Federconsumatori,  quest’anno dovrebbe spendere poco più di 120 euro, spesa che invece raggiunge i 219 euro per Coldiretti. Ma chi spenderà di più?

A rivelarlo, un sondaggio condotto dal portale SpeedVacanze.it secondo cui saranno proprio i single le persone disposte a mettere mano al portafoglio con più frequenza per fare i regali, per una spesa media di 240 euro.

I regali più gettonati saranno, sempre secondo i dati della Coldiretti, i libri, la tecnologia, seguiti da abbigliamento e prodotti di bellezza.

A favore dei risparmiatori sono disponibili alcune app dedicate come, ad esempio, “Red Laser”, a disposizione sia per iOS che per Android, che scansiona i codici a barre degli articoli consentendo di salvare i prezzi per confrontarli. Esistono, poi, specifici portali di e-commerce (da Amazon a Groupon fino a eBay) dove poter trovare prezzi vantaggiosi. Alcuni siti hanno, inoltre, appositamente creato sezioni speciali dedicate al Natale dove sono selezionate tutte le offerte per i regali.

3) CENE E ALIMENTI: QUANTO CI COSTANO? 

Seconda voce di spesa, a livello di peso sul complessivo budget natalizio, riguarda proprio il settore del cibo. Settore che, secondo Federconsumatori, quest’anno dovrebbe raggiungere la crescita più alta, con un aumento del budget del 3,6%. La spesa, infatti, per cena della vigilia e pranzo di Natale si stima possa arrivare fino a 300 euro, senza contare poi la somma che verrà versata per le bevande, intorno ai 100 euro.

Anche per il settore food ci sono una serie di app che vengono in aiuto dei consumatori che vogliono risparmiare. Tra queste citiamo “Risparmio Super”, applicazione disponibile sia per iOS, che per Android e Windows Phone, con cui è possibile confrontare i prezzi dei prodotti che sono disponibili nei supermercati più vicini; ma anche “Dove Conviene”, app che consente di consultare tutti i volantini con gli sconti validi negli store nei paraggi.

4) BIGLIETTI DI AUGURI: QUANTO CI COSTANO? 

Anche in questo caso la spesa per biglietti e lettere d’auguri può raggiungere cifre ragguardevoli. Un biglietto arriva, infatti, a costare in media tra i 4 e i 5 euro, ma può raggiungere anche 10 euro. Un consiglio per risparmiare, anche in questo settore, potrebbe essere quello di rivolgersi al mondo digitale facendo ricorso alla app “Cartoline di Natale” (disponibile su Android) che consente di realizzare cartoline d’auguri digitali, oppure a “ElfYourself”, app che permette di inviare video personalizzati con i propri auguri.

Contraffazione  e sicurezza dei prodotti

Contraffazione e sicurezza dei prodotti

Domenico Giannetta, 2015, Maggioli Editore

Il testo ha l’ambizione di essere una guida pratica più che normativa 
e si propone di affrontare il delicato tema della tutela del consumatore, materia viva in continua evoluzione. Nel corso degli ultimi anni, infatti, una serie di interventi normativi volti a disciplinare la...




CONDIVIDI
Articolo precedenteDivieto di circolazione ai SUV in ZTL; legittimo.
Articolo successivoInfiniti Q50 2016: debutta il 3.0 V6 twin-turbo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here