Dopo la prima anticipazione delle scorse settimane, Honda conferma il debutto al Salone di Tokyo, in anteprima assoluta, della inedita Honda Clarity Fuel Cell. La vettura, destinata a sostituire FCX Clarity (modello “pioniere” nella tecnologia Honda a celle di combustibile), farà il proprio debutto nel mercato giapponese all’inizio della primavera 2016, per entrare nei listini europei di Honda nei mesi successivi: il suo ruolo è di concorrente diretta della recentissima Toyota Mirai. La nuova Honda Clarity Fuel Cell sarà prodotta negli impianti di Takanezawa.

In queste ore, Honda rende note in anteprima le caratteristiche progettuali della nuova Clarity Fuel Cell, che riguardo al corpo vettura evidenzia dimensioni piuttosto generose (4,89 m di lunghezza, 1,87 m di larghezza, 1,47 m di altezza) e una impostazione abbastanza personale – frutto di uno specifico studio aerodinamico – delle linee esterne, che se non possono essere definite “belle” in senso assoluto (come, del resto, avviene per la concorrente Mirai) sono state impostate in risposta a precise esigenze di efficienza: è da segnalare, a questo proposito, la scelta dell’accenno di “coda” e i parafanghi posteriori dal taglio superiore squadrato. Una particolare attenzione, indicano i tecnici Honda, è stata rivolta all’abitabilità: lo spazio utilizzato per le componenti powertrain è stato volutamente ottimizzato (le dimensioni delle celle di combustibile, che immagazzinano l’energia elettrica in batterie agli ioni di litio, e del motore elettrico sono state ridotte, rispetto alla precedente FCX Clarity, in modo da ottenere un ingombro complessivo paragonabile a quello di un “tradizionale” motore V6), in modo da consentire il trasporto di cinque persone adulte.

La propulsione (trazione anteriore) è affidata a un motore elettrico da 177 CV; la ricarica delle celle di combustibile, che offrono una potenza massima di 100 kW, viene indicata in circa 3 minuti, per un’autonomia dichiarata di oltre 700 km. Fra i dispositivi installati a bordo, la nuova Honda Clarity Fuel Cell offre la possibilità di scegliere fra due modalità di guida: “Normal”, per ottenere un favorevole equilibrio fra consumi e prestazioni; e “Sport”, che fornisce maggiore spunto e un’accelerazione più reattiva. da: motori.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteStabilità: su casa, contante, pensioni, Comuni oggi l’ultima parola
Articolo successivoTerrorismo: sicurezza urbana e lotta al finanziamento, cosa può fare l’Italia?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here