Alcuni dubbi sono stati sollevati sul sistema di compensazione rivolto ai Comuni per il mancato gettito conseguente all’abolizione della Tasi sulla prima casa e dell’Imu sui terreni agricoli. A farlo presente sono stati i tecnici del Servizio di Bilancio di Camera e Senato che all’interno del fascicolo concernente il disegno di legge di Stabilità 2016 (VAI AL TESTO) hanno evidenziato le ripercussioni negative sui margini di manovra da parte dei Comuni.

LEGGI ANCHE: ANCI, il bilancio dell’esperto: “Comuni più ricettivi verso le innovazioni”

Dal dossier sulla legge di Stabilità dei tecnici parlamentari si apprende infatti che: “L’aumento della dotazione del fondo di solidarietà comunale in sostituzione del gettito Tasi per gli immobili adibiti ad abitazione principale e, con riferimento alla sola Imu, per i terreni agricoli può determinare un irrigidimento dei bilanci comunali in quanto si limita la possibilità di manovra dei Comuni a valere sulle proprie entrate a scapito della voce maggiormente rigida e fissa del fondo in esame”.


Perplessità suscitano anche i tagli previsti per i patronati, con una sforbiciata che riduce i fondi di 48 milioni. Per i tecnici di Camera e Senato infatti “andrebbe attentamente ponderata la effettiva praticabilità di ulteriori riduzioni degli stanziamenti” considerando i “ripetuti interventi già operati in precedenza sul medesimo stanziamento”.

IMU, TASI E TARI

IMU, TASI E TARI

Stefano Baruzzi, 2015, Maggioli Editore

Tutto quello che c'è da sapere in vista della scadenza del 16 giugno relativa alle imposte comunali sugli immobili – TASI, IUC e TARI: l'edizione - aggiornata al 18 maggio 2015 - di questo utilissimo e-book esamina la normativa di riferimento della IUC e fornisce il commento...



Nessuno sconto anche sulle misure della legge di Stabilità relative al canone Rai e ai tagli apportati alla sanità, punti sui quali ancora una volta i tecnici parlamentari esprimono contrarietà. La decisione del Governo di inserire in bolletta il canone Rai, infatti, secondo i tecnici, darebbe adito a non pochi contenziosi.

LEGGI ANCHE: Canone Rai: solo per chi possiede la tv, nuove sanzioni se non si paga

Per questa ragione, nel fascicolo dei servizi Bilancio di Camera e Senato vengono pretesi  dati più “aggiornati in tema di evasione/inadempimento e morosità” sia con riferimento al versamento del canone sia al pagamento della bolletta elettrica, allo scopo di scongiurare “eventuali ricadute sul gettito in dipendenza del grado di morosità nel pagamento delle utenze elettriche”. Infine, si legge nel dossier, anche la contrazione da 113 a 111 miliardi del finanziamento del fondo sanitario nazionale potrebbe generare ulteriori tensioni.

LEGGI ANCHE: Tasi e super Tasi: il dietrofront del Governo, chi dovrà pagare?


CONDIVIDI
Articolo precedentePatente di categoria B o BE e le nuove regole
Articolo successivoPneumatici invernali, è opportuna una riflessione normativa

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here