Peugeot presenta al 44° Salone di Tokyo tre grandi lanci per questo mercato. La nuova 208, la nuova 308 GTi by Peugeot Sport e la 508 GT BlueHDi. Grazie al suo nuovo motore benzina 1.2 Turbo PureTech, eletto motore dell’anno della sua categoria e abbinato al cambio automatico Eat6, la nuova 208 porta le ambizioni del Marchio in questo mercato. Ha una catena di trazione che risponde alle esigenze di consumi contenuti, prestazioni e piacere di guida dei clienti giapponesi.

Grazie a queste nuove motorizzazioni e agli aiuti alla guida, come il Park Assist e l’Active City Brake, la nuova 208 punta a far meglio della 208 di prima generazione, che è stata venduta in Giappone in quasi 7000 unità. La nuovissima Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport fa il suo debutto in Asia a Tokyo. E’ preceduta dalla fama della Casa del Leone nelle competizioni automobilistiche in Giappone. Con una potenza di 270 CV e lo sviluppo curato dalle equipe di Peugeot Sport, la nuova 308 GTi si posiziona come la versione più sportiva della gamma 308 e va a coronare il successo di questo modello. La presentazione della 508 GT equipaggiata con il motore 2.0 BlueHDi segna un momento storico per Peugeot in Giappone. Infatti è il primo veicolo Diesel del Marchio lanciato in Giappone, in 40 anni di presenza della casa del Leone in questo paese.

Le nuove motorizzazioni BlueHDi sfruttano la scelta delle autorità giapponesi di promuovere il Diesel pulito, alla stessa stregua delle altre tecnologie ambientali. Forte della sua esclusiva tecnologia di disinquinamento Diesel conforme alle norme Euro6 (FAP con additivo, tecnologia SCR di riduzione degli ossidi di azoto NOx, sistema Stop&Start), la 508 GT BlueHDi beneficia di detrazioni fiscali, alla pari dei veicoli elettrici e ibridi plug-in. In un mercato giapponese delle autovetture che ha fatto registrare un calo del 12% dall’inizio dell’anno, Peugeot ha segnato una crescita dell’1% nei primi nove mesi dell’anno, pari a circa 4400 veicoli venduti, soprattutto grazie al successo della 308, vettura più venduta del Marchio in Giappone quest’anno.
(ITALPRESS).


CONDIVIDI
Articolo precedenteTamponamento chi paga. . . .
Articolo successivoPneumatici invernali, è opportuna una riflessione normativa

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here