Dopo la presentazione in anteprima mondiale in terra tedesca al Salone di Francoforte,  la nuova Opel Astra fa apprezzare il grande lavoro fatto dagli ingegneri tedeschi. Tra gli aspetti che più colpiscano al primo contatto, possiamo mettere la precisione di guida, il sistema OnStar e i nuovi fari IntelliLux LED.

Sicuramente è una meravigliosa vettura che saprà acquisire numerose offerte di vendita, infatti, una delle sue prerogative è quella del rapporto qualità prezzo che anche in questa è positivo. Sicuramente contribuirà ad aumentare le vendite del settore automobilistico, in particolare quello della casa Opel.  Oltre all’estetica, il colore rosso si addice, è un auto piacevole da guardare oltre che guidare. Le premesse sono positive, ora non rimane che affidarci al mercato.


Parlando con la concessionaria di zona, nella persona,  Silvano Reato dell’Auto Devis di Piazzola sul Brenta lo stesso ha espresso un buon giudizio su questo nuovo veicolo.

La nuova Opel Astra esteticamente non solo sembra più compatta, ma lo è effettivamente. Lunga complessivamente 4,37 metri, Astra è almeno 5 centimetri più corta del modello uscente. Con un’altezza di 1,46 metri, è inoltre più bassa di 2,6 cm. Le dimensioni hanno naturalmente un impatto sulle caratteristiche aerodinamiche e sull’efficienza, tanto che la nuova Astra vanta un coefficiente di resistenza aerodinamica inferiore a 0.30. Il passo è anche stato ridotto di due centimetri. Oltre ai sedili ridisegnati, i passeggeri seduti dietro hanno a disposizione ben 35 millimetri di spazio in più per le gambe. E’ stata poi aumentata anche la distanza fra i sedili anteriori e quelli posteriori, il che contribuisce a un maggiore confort e accentua la sensazione di spazio. 

Le motorizzazioni della nuova Opel Astra 2016:

Nuova Astra monta motori di nuova generazione, con livelli di potenza da 95 a 150 cavalli e cilindrate da 1,0 a 1,6 litri. Al lancio in autunno, il motore base sarà il tre cilindri 1.0 Ecotec turbo a iniezione diretta, già in forza su Adam e Corsa. Vanta consumi di soli 4,2 litri per 100 chilometri ed emissioni di co2 pari a 96 grammi al chilometro, in abbinamento con la tecnologia Start/Stop e alla trasmissione robotizzata Easytronic 3.0.

Opel_Astra_E

Sulla nuova arrivata debutta anche un motore benzina quattro cilindri completamente nuovo, appartenente alla stessa famiglia del più piccolo tre cilindri da un litro: il turbo 1.4 Ecotec a iniezione diretta da 150 Cv. Con la tecnologia Start/Stop e il cambio manuale a 6 velocità, i consumi nel ciclo misto si fermano a soli 4,9 litri per 100 chilometri (114 g/km di CO2 ) – con un miglioramento dell’11% rispetto alla precedente Astra da 140 cv.

Sul versante diesel, la gamma prevede tre versioni td 1.6 CDTI di nuova generazione, da 95, 110 e 136 cavalli che, abbinate al cambio manuale a 6 velocità, consumano tutte meno di 4,0 litri di carburante nel ciclo misto. L’unità al momento più economica, quella da 95 Cv, consuma solo 3,4 litri per 100 chilometri (90 g/km di CO2 ). La più potente versione da 136 Cv scatta da 0-100 km/h in soli 9,6 secondi e per passare da 80 a 120 km/h le bastano 8,2 secondi, ben un secondo in meno del modello attuale.

Sotto l’aspetto della sicurezza, oltre a Opel OnStar e IntelliLux LED®, i futuri proprietari potranno contare su una serie di ulteriori sistemi di sicurezza, confort e assistenza alla guida, molti dei quali eguagliati in questa classe di appartenenza. Il dispositivo di ausilio per il riconoscimento dei cartelli stradali (Traffic Sign Assistant) e il mantenimento della corsia di marcia (Lane Keep Assist) con funzione di allerta in caso di superamento involontario dei limiti di carreggiata (Lane Departure Warning), insieme all’indicatore della distanza di sicurezza (Following Distance Indication) e al dispositivo di avviso incidente (Forward Collision Alert) con frenata automatica in caso di collisione imminente (Collision Imminent Braking), rendono la guida della nuova Astra non solo più confortevole, ma anche più sicura.

Opel_Astra_I

Il Cruise Control con limitatore della velocità assicura che la velocità del veicolo sia sempre entro i limiti consentiti dalla legge. Il sistema di assistenza al parcheggio Advanced Park Assist aumenta il confort di guida e consente di parcheggiare la vettura automaticamente semplicemente azionando un tasto. La videocamera posteriore si attiva non appena viene inserita la retromarcia e il dispositivo Side Blind Spot Alert rileva gli ostacoli presenti entro un raggio di 3 metri su entrambi i lati e sul retro della vettura e fuori dalla visuale del conducente. Eccellenti anche i sedili testati e certificati AGR (Associazione tedesca per la salute posturale), che continuano la tradizione di Opel nell’ambito delle sedute ergonomiche e ora si arricchiscono di nuovi elementi di confort.

Il listino prezzi parte da 17.600 euro della versione 1.4 100cv, fino a 25.500 euro della 1.6 Turbo; a parità di motorizzazioni rispetto alla generazione precedente, la nuova Astra costa mediamente 300 euro in meno e aggiunge più accessori. Molto interessante l’offerta lancio, pari a uno sconto di 2500 euro più optional gratis fino a 1000 euro. Il costo dei principali accessori? IntelliLux più LED posteriori 1300 euro, IntelliLink Navi 8″ 800 euro, Opel Eye 650 euro, park assist avanzato 620 euro, Open/Start 300 euro, cerchi in lega da 18″ 450 euro, sensori parcheggio anteriori e posteriori  450 euro e vetri posteriori scuri 230 euro.


CONDIVIDI
Articolo precedenteAuto con targa estera: cosa si rischia, le novità
Articolo successivoSupercar Show chiude con quasi 50.000 spettatori

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here