L’etilometro è uno strumento di misurazione utilizzato per determinare il valore dell’alcool, ovverosia dell’etanolo contenuto nel sangue. In Italia sono omologati gli apparecchi in grado di misurare tale concentrazione attraverso l’analisi dell’aria alveolare espirata.

L’etanolo, dopo essere ingerito, viene rapidamente assorbito dallo stomaco e dall’intestino tenue e si distribuisce in tutta l’acqua corporea.


Lo strumento portatile utilizzato per misurare la concentrazione di alcol è l’etilometro. Esso, infatti, permette di stimare la quantità di etanolo disciolto nel sangue e presente, pertanto, nell’organismo. Questa misurazione è efficace perché l’etanolo ingerito viene quasi interamente assorbito dal fisico, venendo espulso solo in minima parte attraverso le urine e il sudore. L’alcol, attraverso il sangue, passa nei polmoni e da lì viene espirato. L’etilometro misura, quindi, il tasso alcolemico attraverso l’aria espulsa dai polmoni, raccolta ed analizzata. Questo strumento può essere chimico monouso o elettronico. Il primo si compone di una fiala contenente un composto chimico, che reagisce in presenza dell’etanolo contenuto nell’aria che viene espirata e di un palloncino che funge da contenitore e raccoglie la quantità di aria occorrente per effettuare il test.

Il suo utilizzo è necessario per la misurazione della concentrazione di alcol nel sangue attraverso l’analisi dell’aria espirata dai polmoni, infatti una parte dell’alcol presente nel sangue comincia ad essere eliminata tramite quest’ultima; la quantità di alcol eliminata in questo modo è direttamente proporzionale alla percentuale di alcol presente nel sangue e quindi l’analisi dell’aria alveolare espirata può fornire la valutazione precisa del tasso alcolico.

DSCN1649

In caso di positività il Codice della Strada agli articoli 186 e 186bis prevedono sanzioni normativo prevede con conseguenze anche penali, oltre alla decurtazione dei punti e in alcuni casi il ritiro della patente di guida. Per la fattispecie superiore a 1.5 g/l lo stesso strumento normativo prevede il sequestro del veicolo finalizzato alla confisca.

Questo argomento assieme alla guida sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti sarà trattato nelle giornate del 15/16 ottobre 2015, la Beta Professional Consulting, darà il via alla 2 edizione del Meeting nazionale della Polizia Locale italiana.

POL2015 sarà ospitato ancora una volta dal prestigioso centro storico della città dei Bruzi e sarà caratterizzato da numerose attività orientate al confronto, alla cultura e alla memoria storica della Polizia Locale.

I migliori relatori nazionali e numerose istituzioni della Polizia Locale italiana apriranno dibattiti, corsi e confronti importanti ed attuali. L’atmosfera europea delle discussioni sarà evidenziata dalla partecipazione delle forze di Polizia Locale provenienti da altre nazioni europee.

L’atmosfera sarà ravvivata dalla partecipazione di giovani studenti che contribuiranno con l’intelligenza e la purezza che li contraddistingue per raccontare la figura dell’operatore di Polizia Locale, amico e riferimento quotidiano della collettività, in un contesto che insegnerà loro lo spirito di legalità alla base dell’entità della Polizia Locale delle giornate di studio del Pol 2015.

In questa occasione sarà illustrato il sistema operativo, sanzionatorio e l’analisi giurisprudenziale delle due fattispecie.


CONDIVIDI
Articolo precedenteSicurezza stradale, la “piaga” della pirateria stradale è sempre allarmante
Articolo successivoSettima salvaguardia esodati, il disegno di legge: quali beneficiari?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here