Per i Comuni italiani si prospetta una vera e propria rivoluzione digitale. I vecchi siti istituzionali con cui le amministrazioni tentano invano di arrivare alla propria cittadinanza, quasi sempre ridotta ad un’esigua platea, potranno così diventare a breve un lontano ricordo. E’ in arrivo, infatti, MunicipiumApp: la nuova app comunale che diventa per il Comune che la adotta un immediato strumento di comunicazione con i cittadini.

La start-up, già pluripremiata e recentemente acquistata dal Gruppo Maggioli, nasce con l’intento di agevolare i Comuni, prospettandosi altresì come piattaforma di riferimento, semplificata e potenziata rispetto ai precedenti canali comunicativi, funzionale alla gestione delle attività quotidiane da parte dei singoli cittadini.

In linea con un’impostazione che vuole promuovere una tipologia di consultazione più veloce e dinamica, la maggior parte delle funzionalità previste dalla nuova app sono automatiche, alcune invece sono supportate con un data-entry iniziale curato da Municipium, mentre altre ancora possono essere direttamente gestite dal Comune tramite un semplice pannello di back office.


I contenuti offerti da MunicipiumApp, scaricabile sull’App Store e Google Play, puntano a coprire un ampio raggio. Tutti i cittadini possono, infatti, consultarla per avere sia informazioni di carattere generale, dalle semplici comunicazioni agli eventi, che di carattere specifico su tematiche quali rifiuti, punti di interesse, sondaggi o servizi comunali.

Oltre all’obiettivo di garantire un canale di comunicazione diretta tra amministrazione e cittadini, la nuova app comunale punta a diventare uno strumento di servizio concreto. Nei Comuni che hanno avviato la raccolta differenziata porta-a-porta, ad esempio, la notifica dell’App che ricorda al cittadino tempi e modalità per conferire i rifiuti in strada diventa un “servizio” di supporto alla gestione degli impegni quotidiani.

In merito poi alla dinamicità che vuole differenziare il sistema dai siti comunali istituzionali, sono previste specifiche personalizzazioni ed integrazioni suddivise per sezioni, dedicate alle varie tematiche che interessano i cittadini: dai parcheggi alle farmacie, dal turismo alla cultura e allo sport, includendo wi-fi, attività commerciali, scuole, animali, associazioni e verde pubblico. Quello che si propone, in sintesi, appare come un nuovo front-office del Comune pensato per incrementare le visite da parte di tutti i cittadini che sono interessati ad un coinvolgimento più attivo, sia gestionale che informativo, in merito a tutte le attività locali.

“Guardando al futuro, volevamo andare oltre le App municipali parziali o imprigionate in visioni localistiche: dobbiamo costruire l’Italia di domani, non quella di ieri”, ha spiegato Marco Anderle, amministratore delegato della società Municipium. Dopo essere già stati inseriti 20 Comuni, dal Veneto alla Puglia, visitabili sull’app, le attivazioni in corso sembrano confermare l’obiettivo di superare i 100 enti per l’inizio del 2016.

Per avere informazioni generali sulla nuova app comunale è possibile visitare il sito web www.municipiumapp.it; per approfondimenti è invece consultabile il blog di Municipium: http://blog.municipiumapp.it;  mentre per piccoli aggiornamenti e note di colore direttamente la pagina facebook: https://www.facebook.com/pages/Municipium/625964050782701?fref=ts.


CONDIVIDI
Articolo precedenteFiat Toro, il nuovo Pick Up per il Sud America
Articolo successivoEsame architetti 2015: info utili su prova pratica e prima prova scritta

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here