Confcommercio e eBay insieme per dare sostegno alle Pmi che vogliono affacciarsi sul mercato del commercio elettronico. Come rilevato da una recente ricerca TNS sulle Pmi che non vendono online, le piccole e medie imprese italiane risultano, fino ad ora, frenate nella ricerca di nuovi canali di commercio da diversi fattori, in primis retaggio culturale e paura.

Un simile freno rischia di allontanare le Pmi italiane da una domanda che invece risulta in ascesa. Secondo le stime di mercato relative all’acquisto online di prodotti in Italia si segnala per il 2015 una crescita pari al 24% in termini di volumi e al 15% in termini di valori. In termini di fatturato, poi, tenendo in considerazione soltanto il marketplace di eBay.it, nell’ultimo anno, è stato registrato un aumento del 20% dei venditori italiani per un fatturato pari o superiore a 1 milione di dollari.

In risposta alla diffidenza evidenziata dalle Pmi italiane verso la vendita online, si cita l’esperienza degli oltre 26mila venditori professionali presenti su eBay, per gran parte piccole e medie imprese, che hanno registrato significativi successi nelle vendite online, sia in Italia che all’estero, a prescindere dalle dimensioni dell’azienda e dietro esigui investimenti iniziali.


La partnership tra Confcommercio e eBay, già sfociata nella pubblicazione di una guida (Vendere su eBay) per aiutare gli imprenditori a orientarsi all’interno del mondo del commercio, mette a disposizione per gli associati Confcommercio che fino al 30 settembre 2016 decidono di aprire un negozio su eBay una speciale convenzione che prevede 6 mesi gratuiti di negozio premium, dando anche la possibilità di creare inserzioni per l’estero.

Claudio Raimondi, general manager di eBay in Italia, ha spiegato: “Abbiamo deciso di unire le forze con Confcommercio per raccontare alle Pmi italiane che vendere online su una piattaforma sicura e affidabile come la nostra è semplice e apre le porte a un mercato, nazionale e globale, complementare e non dannoso per il commercio tradizionale”.

“Uno dei compiti fondamentali di una moderna organizzazione di rappresentanza di impresa come la nostra – fa eco Alessandro Micheli, presidente dei Giovani Imprenditori e consigliere di Confcommercio incaricato per l’innovazione e nuove forme di impresa – oltre a promuovere e diffondere la cultura dell’innovazione, è quello di aiutare le imprese ad essere sempre più competitive e a conseguire successo nella loro attività di business”.

L’obiettivo, inserito anche nel programma di Confcommercio per il 2015-2020, si propone di fornire maggiori servizi e innovazione alle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti. Tutto questo, ha aggiunto Micheli: “Nel caso specifico dell’eCommerce, attraverso strumenti che permettano alle imprese di avvicinarsi ad una modalità di vendita sempre più importante, consentendo di raggiungere un bacino di clienti più ampio e geograficamente più lontano e, contemporaneamente, offrire un ulteriore canale di contatto alla clientela locale”.

Confcommercio e eBay, nei prossimi mesi, saranno protagonisti di un roadshow per incontrare le imprese, raccontare i benefici connessi all’eCommerce e così agevolare nuovi percorsi di crescita imprenditoriale. La prima tappa è prevista per il prossimo 13 ottobre a Trieste, seguita da Ferrara il 14 novembre.


CONDIVIDI
Articolo precedenteRallylegend 2015
Articolo successivoSkoda Fabia Style 1.4 Tdi Dsg

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here