La notizia è confermata, dal 5 ottobre 2015 scatta la digitalizzazione per del certificato di proprietà delle autovetture. Il nuovo sistema consentirà, tramite un codice e una password, di accedere a una pagina on-line dove trovare tutti i dati contenuti prima nel libretto.

Questo nuovo strumento rientra nel processo di dematerializzazione proseguirà, infatti, andando prima a toccare tutti i documenti legati alle pratiche di proprietà (atti di vendita e passaggi) per concludersi con la digitalizzazione di tutto l’iter. Ad opera completata, nei prossimi mesi, le procedure relative alla proprietà saranno tutte digitalizzate. Ovviamente si parte dai nuovi veicoli e da quelli che passano di mano.

Siamo in presenza di una notevole novità, la quale  mira a una progressiva semplificazione di tutte quelle procedure, a oggi cartacee, che regolano le pratiche di proprietà delle auto: il processo di digitalizzazione riguarderà infatti tutti i documenti legati al possesso dei veicoli: passaggi di proprietà, atti di vendita ecc…

Si tratta di una novità riportata da fonti al lavoro sull’operazione e prevista nel decreto legislativo di attuazione della riforma sulla Pubblica Amministrazione. Il passaggio da cartaceo a online del libretto dell’automobile dovrebbe essere, nelle intenzioni della ministra Marianna Madia, solo il primo passo del processo di dematerializzazione degli atti relativi ai veicoli, che il governo vorrebbe far correre spedito.

L’obiettivo è infatti quello di digitalizzare prima tutte le pratiche legate alle proprietà dei veicoli, come gli atti di vendita e i passaggi, per poi rendere digitale l’intero iter.

Il mese di ottobre sarà ricordato negli annali per la “dematerializzazione” del certificato di proprietà e della polizza assicurativa.

 

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteMini Clubman, quando la famiglia è dinamica e ‘cool’
Articolo successivoEuro 6: tutto quello che c’è da sapere

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here