Nissan “lima” il prezzo d’ingresso alla gamma italiana di X-Trail grazie all’adozione del motore benzina 1.6 DIG-T. Si tratta di un’unità inedita per il modello,ma non per gli affezionati del marchio, visto che è già montato su Qashqai.

Uno “dei motori a benzina più avanzati e a basso consumo della categoria”: ecco come Nissan presenta il propulsore che beneficia dello Stop & Start di serie. Con i suoi 163 cavalli, la sua sola trazione anteriore e l’unica opzione a cambio manuale a 6 marce, è un’unità Euro 6 per la quale vengono dichiarati consumi nel ciclo misto a partire da 6,2 litri per 100 chilometri (6,4 con cerchi in lega da 19 pollici) con emissioni di CO2 pari a 145 g/km. Lo spunto da 0 a 100 è di 9,7 secondi, mentre la velocità di punta è di 200 km/h.

La coppia massima è di 240 Nm e assicura a Nissn X-Trail prestazioni in grado di garantire una capacità di traino di 1.800 chilogrammi su una pendenza del 12%, sempre particolarmente gradita ai fan del modello. Una operazione di downsizing che non sacrifica la vocazione più estrema di X-Trail: “Non serve una cilindrata elevata per offrire ottime caratteristiche di accelerazione e flessibilità di cambiata”, informa Nissan.


I pre-ordini di X-Trail 1.6 DIG-T sono già aperti con un prezzo che parte da 25.600 euro per l’allestimento Visia. La praticità è una delle caratteristiche vincenti di questo modello che offre la seconda fila di sedili di serie scorrevole e reclinabile. La terza (i 7 posti) costa 850 di euro in più per la Visia, mentreè standard sia su Acenta (anche Premium) sia su Tekna. La vendite cominceranno in settembre.

Fonte: ilmessaggero.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteEtilometro addio, arriva il tatuaggio che si illumina quando hai bevuto troppo
Articolo successivoRimini Car Show 2016, è iniziato il conto alla rovescia

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here