Saranno sei i piloti che potranno usufruire della tecnologia vincente di Pirelli nel Rally d’Australia iridato di questo weekend (10-13 Settembre).

Dopo l’asfalto del Rally di Germania del mese scorso, in Australia il Campionato del Mondo Rally torna sullo sterrato.

Le prove speciali nel Nuovo Galles del Sud sono un misto di strade sterrate veloci e scorrevoli e di altre strette e tortuose, spesso calate in zone di fitta vegetazione e con un fondo molto usurante, il che accentua l’importanza di prestazioni e resistenza degli pneumatici. Aspetti che si evidenzieranno soprattutto nella seconda tappa di sabato, quando verranno affrontati i due passaggi sulla prova di Nambucca di 50,8 chilometri.


Pirelli metterà a disposizione il suo nuovo pneumatico KHA Rinforzato a mescola dura in caso di caldo e secco ed il suo KSA Rinforzato a mescola morbida come alternativa in caso di calo delle temperature e di fondo umido. Si tratta una evoluzione degli pneumatici sinora utilizzati, secondo la regolamentazione FIA dei cosiddetti ‘Jolly’ che consente ai produttori di introdurre un limitato numero di innovazioni nel corso della stagione.

Gli equipaggi al via dovranno affrontare 17 prove speciali attorno alla città di Coffs Harbour per un totale di 311,36 chilometri.

Questi i principali piloti Pirelli in Australia:
Lorenzo Bertelli rappresentera’ Pirelli nella classe di vertice, la WRC1, con la sua FWRT Ford Fiesta RS WRC, con Yazeed Al-Rajhi, Yuriy Protasov e Abdulaziz Al-Kuwari in gara con le Fiesta RRC gommate Pirelli nella divisione WRC2. Fra le WRC2 gommate Pirelli in Australia ci saranno anche Gianluca Linari (Subaru Impreza WRX) ed il forte locale Nathan Quinn (Mitsubishi Lancer Evolution IX). Non sarà in gara invece Robert Kubica, che deciso di saltare la trasferta australiana per concentrarsi sui test di preparazione per le prossime gare su asfalto.

37 Lorenzo Bertelli/Lorenzo Granai (Ford Fiesta RS WRC)

31 Yazeed Al-Rajhi/Michael Orr (Ford Fiesta RRC)

38 Yuriy Protasov/Pavlo Cherepin (Ford Fiesta RRC)

40 Abdulaziz Al-Kuwari/Marshall Clarke (Ford Fiesta RRC)

43 Gianluca Linari/Nicola Arena (Subaru Impreza WRX)

44 Nathan Quinn/David Calder (Mitsubishi Lancer Evolution IX)

Pneumatici a disposizione e norme di utilizzo:
Come concorrenti della classe WRC1, Lorenzo Bertelli/Lorenzo Granai secondo le norme FIA possono utilizzare durante la gara australiana un massimo di 24 pneumatici, senza dover considerare nel totale quelli impiegati nello shakedown. L’italiano potrà sceglierli fra la dotazione di 24 della scelta principale, i 205/65R15 KHA Rinforzato, ed i 16 in opzione 2015/65R15 KSA Rinforzato. I cinque piloti Pirelli impegnati nel WRC2 potranno invece sceglierli fra i ventidue 205/65R15 KHA Rinforzato ed i sedici 205/65R15 KSA Rinforzato a disposizione.

Dichiarazioni:
Terenzio Testoni, product manager Pirelli: “Gli sterrati australiani sono particolarmente impegnativi ed hanno un fondo a cui è difficile adattarsi per i piloti stranieri, quindi è molto importante fornire pneumatici che garantiscano tanto grip e massima confidenza. Ci aspettiamo un clima piuttosto caldo e con alcune prove speciali molto lunghe, quindi la resistenza diventa un fattore determinante quanto le prestazioni: per questo abbiamo scelto la mescola dura come tipo principale. In questo rally introduciamo i nostri nuovi pneumatici KHA e KSA, nel cui sviluppo abbiamo lavorato in particolare su robustezza e stabilità nelle prestazioni. L’Australia e’ il luogo ideale per questo, dato che è caratterizzata da fondi abrasivi e temperature elevate. Lorenzo punta ad imparare e fare esperienza, ma noi puntiamo ad un altro risultato di spicco nel WRC2, visto che sinora in questa stagione abbiamo già avuto la soddisfazione di parecchi successi”.

da: www.motorzone.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteJobs Act, province e mobilità: si rischia il blocco
Articolo successivoPensioni, salvaguardia esodati, opzione donna: no del Ministero

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here