La vedremo al Salone di Francoforte la versione proto corse da 308 cavalli

Al Salone di Francoforte del 2013 avevamo visto con molto interesse la versione più performante della nuova 308: la «R». Con i suoi 270 cv risultava essere molto stuzzicante, ma era un concept e rimaneva solo la speranza che in futuro venisse messa in commercio.

Quest’anno in Cina al Salone di Shanghai, Peugeot ha presentato la 308 R in una versione ibrida con la potenza di 500 cv, ma anche in questo caso come concept.


A questo punto tutti avevano capito le potenzialità della 308 e del suo motore da 1,6 litri turbo, ma dopo i concept tutti aspettavano una versione «reale».

Questo desiderio si è avverato e materializzato lo scorso giugno al Goodwood Festival of Speed dove ha debuttato la 308 GTi. Sebbene rivista in alcuni dettagli, sotto il cofano c’era quel 1,6 litri che, come nella «R», erogava 270 cv.

 

Oggi, solo un paio di mesi dopo è pronta al debutto al Salone di Francoforte la 308 Racing Cup, particolare versione pistaiola che prenderà il posto, dall’anno prossimo, della RCZ Cup che attualmente partecipa ai vari campionati europei monomarca o endurance.

Pur derivando dalla 308 GTi, già dall’estetica si nota che è rivolta per uno spiccato utilizzo in pista. Frontale ridisegnato con ampio splitter destinato a convogliare l’aria sotto la vettura che poi esce dai 2 diffusori incassati nel paraurti posteriore. I passaruota sono stati allargati di 106 mm rispetto alla GTi in ragione di disporre di una carreggiata maggiorata con cerchi da 18”. Nel pieno rispetto del regolamento WTCC il grande spoiler posteriore.

 

Sotto il cofano troviamo ancora il motore a 4 cilindri turbo da 1,6 litri della 308 GTi ma, grazie al lavoro del team Peugeot Sport che ha montato il più performante turbo della 208 T16, la potenza è salita a 308 cavalli. Rispetto alla 308 Gti, che dispone di un cambio manuale a 6 rapporti, sulla 308 Racing Cup è stato abbinato un cambio sequenziale a 6 rapporti con paddles al volante. Per il resto, le sospensioni sono le stesse della 308 GTi, solo le pinze dei freni a disco hanno ora 6 pistoncini.

Per capire meglio come va in pista bisogna aspettare il 24-25 ottobre quando la vedremo girare per una dimostrazione sul circuito Paul Ricard.

[ Paolo Pauletta  per motori360.it]


CONDIVIDI
Articolo precedenteAlex Rins da Valerisport
Articolo successivoBmw eDrive, la febbre elettrica cresce

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here