Dare il buon esempio è fondamentale, soprattutto con i figli, che osservano e imitano i comportamenti dei genitori, anche quando questi si trovano alla guida. In auto, poi, i bambini sono spesso incolpati di essere fonte di stress e di meritarsi rimproveri, ma che cosa pensano loro di mamma e papà al volante? Una ricerca Ford ha raccolto il parere di duemila ‘piccoli’ italiani, francesi, inglesi, spagnoli e tedeschi, scoprendo che i punti di vista sono esattamente opposti.

Secondo due figli su tre, infatti, le abitudini più fastidiose dei genitori alla guida comprendono azioni come cantare stonando, urlare o rivolgersi nervosamente agli altri automobilisti e mettersi le dita nel naso.

I più facinorosi nel traffico sono i guidatori francesi (74%), mentre i genitori più educati, secondo i bambini, sarebbero in Italia (39%), unico paese dove il dato è inferiore al 50%. Nella classifica dei più stonati alla guida, invece, vincono di larga misura gli inglesi (39%), seguiti dagli italiani (19%), mentre i meno fastidiosi sono i francesi (12%). Nel decidere chi guida meglio tra le mamma e i papà, infine, sono quest’ultimi ad avere generalmente più consenso (61%), particolarmente in Italia (67%), mentre i padri inglesi sono quelli più vicini alla parità (55%).


Ma i bambini sono anche capaci di fare autocritica e il 63% ammette di essere ripetitivo con la classica domanda ”siamo arrivati?”, ma dichiara anche di essere ‘messo a tacere’ con la concessione di usare uno smartphone o un tablet per giocare e vedere film. In questo caso, rispetto alla media europea del 26%, i genitori inglesi sono quelli che si affidano maggiormente a smartphone e tablet (32%), in una classifica che vede ultimi i tedeschi (17%).  (ansa.it)


CONDIVIDI
Articolo precedenteBmw eDrive, la febbre elettrica cresce
Articolo successivoVerona, Piazza Brà ospiterà il 33 Rally Due Valli

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here