Motori allo stato dell’arte, una versione ibrida plug-in, passo lungo e corto, trazione posteriore o integrale xDrive, tante tecnologie inedite come i fari laser e la possibilità di parcheggiare tramite telecomando: la limousine di Monaco

BMW7

Nel sempre più lungo elenco delle aspiranti regine del Salone di Francoforte la nuova BMW Serie 7 ambisce ovviamente una posizione di rilievo.Seguendo al filo rosso che la lega alle precedenti generazioni, la più grande berlina di Monaco sfoggia lusso e tecnologia ai massimi livelli, con la dichiarata ambizione di diventare il nuovo punto di riferimento nel settore delle ammiraglie.

Proposta in due varianti di carrozzeria, a passo normale e lungo, irrinunciabile soprattutto sul mercato cinese, autentico Eldorado dell’auto di lusso, si caratterizza per lo stile moderno che, coerentemente con la filosofia BMW, non rinuncia a privilegiare la sportività anche quando si tratta di disegnare un’imponente limousine lunga 5.098 mm che salgono a 5.238 nel caso della variante a passo lungo.


Portabandiera delle soluzioni tecnologiche più avanzate messe a punto nel Centro ricerche di Monaco, la Serie 7 dispone dell’intero ventaglio delle soluzioni EfficientDynamics nella loro versione più evoluta. Si va dalle tecniche di costruzione leggera (è dimagrita fino a 130 kg rispetto al modello che si appresta a sostituire, grazie al largo impiego di materiale composito rinforzato con fibra di carbonio) ai potenti ed efficienti motori benzina e diesel in tecnologia TwinPower Turbo, dall’aerodinamica che viene presentata come la migliore nel segmento di competenza all’innovativa strategia di esercizio preventivo che consente alla vettura di ottimizzare il comportamento adattandosi in anticipo alla situazione del fondo stradale che si appresta ad affrontare.

La gamma motori, che in casa BMW rappresenta sempre il biglietto da visita più apprezzato, comprende i benzina a 6 cilindri 3.0 da 326 cv della 740i e 4.4 V8 da 450 cv della 750i xDrive. Nel campo del diesel troviamo invece il 6 cilindri in linea 3.0 da 265 cv della 730d, disponibile anche in abbinamento alla trazione integrale xDrive. Tutti i modelli condividono la velocità massima limitata elettronicamente a 250 km orari e la versione a passo lungo Li o Ld, a seconda del tipo di motorizzazione.

Non bisogna dimenticare la finestra sul futuro rappresentata dalla 740e o Le, ibrida plug-in che abbina il motore 2.0 a benzina e uno elettrico integrato nel cambio automatico Steptronic a 8 rapporti. Il sistema mette a disposizione 326 cv, garantendo una velocità massima di 240 km orari, che viene elettronicamente dimezzata qualora si scelga di viaggiare nella sola modalità elettrica con un’autonomia massima di 40 km. A fronte di queste prestazioni, il livello di emissioni di CO2 si ferma a 49 g/km, che salgono a 53 g/km se la Serie 7 ibrida è in versione xDrive a 4 ruote motrici.

L’elenco delle tecnologie di assistenza alla guida, al servizio della sicurezza e della connettività rappresenta lo stato dell’arte dell’evoluzione automobilistica. Tra gli optional più suggestivi troviamo la possibilità di telecomandare a distanza le manovre di parcheggio tramite l’inedita chiave BMW dotata di display e i proiettori laser con funzione di gestione automatica degli abbaglianti che hanno una portata di 600 metri, doppia rispetto a quella dei fari full-Led id serie.

BMW7.

L’abitacolo, comodo e spazioso come un salotto di lusso, può essere reso più luminoso e apparentemente più ampio con il tetto panoramico in vetro Sky Lounge, che di notte riproduce un cielo stellato grazie a dei moduli Led opportunamente posizionati. È previsto solo per la versione a passo lungo, che può anche essere dotata di un’illuminazione ambientale affascinate e raffinata grazie alle sorgenti luminose inserite nei montanti.

La limousine può inoltre essere arricchita con a Executive Lounge che coccola i passeggeri posteriori con raffinatezze come la poltrona reclinabile con poggiapiedi a gestione elletrica dietro al sedile del passeggero anteriore, i sedili con funzione massaggio arricchita del programma Vitality (un training di rigenerazione attiva), tavolini apribili, portabicchieri aggiuntivi, tablet estraibile da 7 pollici per connettersi a internet o gestire i programmi audio/video.
BMW7+
Comfort e dinamica sono stati portati ai massimi livelli non solo con gli ammortizzatori pneumatici e il controllo dinamico delle sospensioni di serie, ma anche con soluzioni come l’inedito Executive Pro che contrasta la tendenza al rollio e adatta l’assetto della vettura alla conformazione del fondo stradale preannunciata dai dati contenuti nel sistema di navigazione. Nell’abituale selezione delle modalità di guida, accanto a Comfort (normale e “+”), Sport ed Eco Pro si affaccia ora la modalità Adaptive, che adatta l’assetto della vettura allo stile di guida del momento e alle condizioni del manto stradale.

E mentre gli ormai irrinunciabili cellulari e smartphone possono essere ricaricati senza fili grazie al sistema di carica induttiva presente a bordo, il guidatore può controllare informazioni più importanti senza distogliere gli occhi dalla strada sull’head-up display la cui proiezione sul parabrezza è diventata più grande del 75%, monitorando al tempo stesso con la funzione Panorama View il traffico al fianco e dietro la vettura. Con questi – e altri – “prodigi” tecnologici, la nuova BMW Serie 7 risponde adeguatamente ai concorrenti impegnati nella sfida delle ammiraglie del futuro, verosimilmente sempre più simili ad astronavi.

Fonte: ilmessaggero.it

BMW7 int


CONDIVIDI
Articolo precedenteSaranno gli utenti a pagare gli errori dell’ARS sulla riforma del sistema idrico
Articolo successivoBentley Bentayga: pura potenza avvolta in forme eleganti e generose

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here