E’ già virale la preghiera laica di Erri De Luca, pronunciata a Piazza Pulita, il programma di Corrado Formigli in onda il lunedì sera su La7, e dedicata alla nuova strage dei migranti avvenuta nel canale tra Lampedusa e la Libia.

 

 


Ecco il video in cui lo scrittore recita la poesia dedicata ai migranti scomparsi nel mar Mediterraneo

 

Mare nostro,

che non sei nei cieli,

e abbracci i confini dell’isola e del mondo,

sia benedetto il tuo sale,

sia benedetto il tuo fondale,

accogli le gremite imbarcazioni,

senza una strada sopra le tue onde.

I pescatori usciti nella notte,

le loro reti tra le tue creature.

che tornano al mattino

con la pesca dei naufraghi salvati.

 

Mare nostro,

che non sei nei cieli

all’alba sei colore del frumento,

al tramonto dell’uva di vendemmia,

ti abbiamo seminato di aggenati

più di qualunque età delle tempeste.

 

Mare nostro,

che non sei nei cieli

tu sei più giusto della terraferma

pure quanto sollevi onde a muraglia e poi le abbassi a tappeto.

Custodisci le vite,

le visite cadute come foglie sul viale,

fai da autunno per loro,

la carezza d’abbraccio

bacio in fronte

di madre e padre prima di partire.


CONDIVIDI
Articolo precedenteJobs Act: se l’impresa licenzia tutti e poi riassume col nuovo contratto
Articolo successivoMicrocredito: click day a giorni

1 COOMENTO

  1. Salve Buon pomeriggio Signor Erri De Luca , ho visto letto e apprezzato la sua bellissima preghiera rivolta a questa povera gente !
    io abito a Pantelleria da tanto tempo mi impegnp x il sociale ho un’associazione di volontariato e domani faccio questo evento sul volontariato rivolto ai ragazzi della scuola superiore ! chiedo di avere se e possibile la preghiera ! mi occupo di immigrati donne e bambini !

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here