Troppo spesso i consumatori sono vittime di situazioni spiacevoli, contro cui non oppongono resistenza perché, purtroppo, poco o male informati dei propri diritti in qualità di clienti, e dei doveri che spettano alla controparte da cui hanno acquistato il bene o il servizio.

In misura ancora maggiore, ciò avviene anche quando cliente e negoziante non si trovano fisicamente nello stesso luogo dove si realizza l’atto di compravendita, ma, diversamente, stipulano un accordo a distanza.

A questo proposito, si rivolge l’ebook “I diritti del consumatore nei contratti negoziati fuori dai locali commerciali e nei contratti a distanza” di Matteo Rosa, in pubblicazione da Maggioli Editore per la collana di Fisco&Tasse.

Si tratta di un’opera che analizza, alla luce del d.lgs. 21/2014 di riforma del Codice del consumo, i vari diritti di cui il consumatore dispone nella negoziazione di due particolari tipi contrattuali: i contratti negoziati fuori dei locali commerciali e i contratti a distanza, in particolare focalizzando l’attenzione sul diritto all’informativa precontrattuale e sul diritto di recesso.

Gli ambiti

Toccando tutte le sfaccettature dei contratti stipulati tra consumatore ed esercente nella fattispecie dei contratti a distanza, il volume si occupa di mettere in luce obblighi e doveri del negoziante, nei riguardi del consumatore.

In particolare, viene esaminato il diritto all’informativa precontrattuale, che deve rispettare i canoni di messa in luce “chiara e comprensibile”. Assoluta rilevanza, ovviamente, andrà riservata al contenuto delle informazioni, che dovrà evitare qualsiasi possibile fraintendimento tra acquirente e commerciante: in proposito, sono elencate el fattispecie di sanzione e per eventuali violazioni nella chiarezza espositiva.

Diritto di recesso. Altro ambito fondamentale dell’acquisto a distanza, e in primo luogo per l’e-commerce, un canale di vendita che sta prendendo sempre maggior piede anche in Italian, è il diritto di restituire la merce entro 15 giorni se non corrisponde alla descrizione dell’oggetto acquistato.

All’interno del volume, sono contenute tutte le indicazioni per usufruire del diritto di recesso qualora ne sussistano le condizioni, più le varie eccezioni e i moduli in uso per rispedire al mittente la merce.

Bollette. Ma non è tutto: non ci sono solo gli acquisti online a rientrare nella casistica dei contratti stipulati a distanza. Anzi, un altro settore in cui questa normativa trova applicazione fa ancora più parte della quotidianità delle famiglie ed è quello dei contratti di fornitura di energia elettrica o gas naturale. In questo caso, il volume esamina le condizioni necessarie di trasparenza e i casi delle forniture non richieste, una fattispecie sempre più frequente da cui il consumatore deve difendersi con ogni mezzo.

Vai al libro


CONDIVIDI
Articolo precedenteJuventus-Roma finisce in Parlamento. Esposto sugli errori arbitrali
Articolo successivoEquitalia, nullità della notifica tramite pec

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here