Come annunciato dei mesi scorsi, con il mese di settembre arrivano in tutta l’eurozona anche i nuovi dieci euro. Così, dopo il debutto dei cinque euro, anche il taglio superiore si appresta a incontrare un restyling grafico, ma non solo, che lo porterà in tutti i portafogli dell’area in cui vige la moneta unica europea.

Sono stati presentati a Francoforte nella sede della Banca centrale europea i nuovi 10 euro, così come protocollo vuole, nel “sancta sanctorum” della finanza continentale, i nuovi 10 euro, che nascono per rendere sempre più difficile la vita ai falsari. La data ufficiale del debutto è martedì 23 settembre.

I novelli soliti ignoti avranno vita dura con il nuovo taglio da 10 euro. Come già con i 5 euro, insomma, si conferma l’offensiva delle istituzioni economiche europee contro i falsari che sembrano prediligere di molto i tagli medio piccoli, rispetto a quelli maggiori, che vengono ritenuti più difficilmente circolabili.

Nuovi10euro

A prima vista, non cambia molto tra i vecchi e i nuovi dieci euro presentati all’Eurotower. A uno sguardo più approfondito, però, appare evidente come la tecnica di realizzazione delle banconote in oltre un decennio si sia notevolmente evoluta, come, del resto, la capacità di falsificazione delle bande organizzate.

Così, è giunta l’ora, per tutti i cittadini europei, di prendere confidenza con la nuova banconota da 10 euro, realizzata secondo nuovi canoni di sicurezza antifalsificazione. Innanzitutto, viene inserito il ritratto di “Europa”, sia nella filigrana che nell’ologramma, mentre muovendo la banconota sarà possibile notare il cambio di colore dal verde al blu del numero apposto.

Si tratta di una serie di innovazioni che renderanno, all’occhio, più accesi i toni della banconota da 10 euro e stavolta, assicurano alla Bce, sarà scongiurato anche ogni problema con le macchinette automatiche, che tanti disagi crearono con i 5 euro al momento del ricambio. A favorire l’adattamento anche dei distributori al nuovo corso, le dimensioni delle banconote che dovrebbero essere pressoché identiche alla prima versione, ormai prossima alla graduale pensione. Altro aspetto, oltretutto, di cui i cittadini europei non si dovranno preoccupare, dal momento che il ritiro avverrà in modo graduale e indolore. Altro discorso, semmai, come fare in modo di avere più banconote nel portafogli: e, di questo, sì, le istituzioni europee potrebbero occuparsi.

banconota10euro


CONDIVIDI
Articolo precedenteSistema risarcitorio civilistico e indennitario Inail: danno tanatologico
Articolo successivoQuota 96, da oggi la mancata pensione. Sarà ricorso in Consulta

1 COOMENTO

  1. con questo sistema (ogni tanto mettono fuori corso le serie) i tecnocrati fanno si che i cittadini europei non possano tenersi i soldi fuori dalle banche, in modo che quando ci sarà il prelievo forzoso nessuno scapperà!

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here