Maggiore tutela per gli allestimenti dei negozi. Una recentissima sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha riconosciuto, per la prima volta, la tutela come marchio anche all’allestimento di un flagship store (sentenza del 10 luglio 2014 nella causa C‑421/13 promossa da Apple Inc. contro Deutsches Patent- und Markenamt).

Per la Corte, infatti, anche “la rappresentazione, con un semplice disegno privo di indicazioni delle dimensioni e delle proporzioni, dell’allestimento di uno spazio di vendita di prodotti può essere registrata come marchio per servizi consistenti in prestazioni che sono correlate a detti prodotti” (cfr. dispositivo).

Ne caso specifico, si trattava del rendering di un negozio Apple, riprodotto graficamente a colori (in particolare grigio acciaio e marrone chiaro).

Secondo questo orientamento, pertanto, la registrazione come marchio potrà costituire una nuova e valida “arma”, accanto alla tutela prevista dalla legge autore e a quelle dettata dalle norme in materia di concorrenza leale, per assicurare al format particolare di un negozio tutela e protezione contro eventuali concorrenti imitatori.

La decisione è sicuramente molto importante per tutte quella catene di negozi, come spesso le profumerie, che fanno del particolare allestimento comune a tutti i punti vendita uno dei punti di forza e di riconoscimento sul mercato.

 


CONDIVIDI
Articolo precedentePensioni: gli effetti della legge Fornero. A Roma gli assegni top
Articolo successivoRiforma PA, oggi la fiducia. Quota 96: dubbi sulle coperture

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here