Modello Unico 2014, oggi il termine per la presentazione cartacea agli uffici postali. Con il mese di giugno, dunque, si chiude nei tempi preventivati il margine concesso per la presentazione della dichiarazione dei redditi da parte delle partite Iva. Nessuna proroga, dunque, malgrado da più parti fossero piovute richieste di modifica delle scadenze.

In particolare, le domande di rinvio della presentazione cartacea, si erano intensificate a seguito della proroga concessa dal governo per il pagamento dell’acconto sempre relativo a Unico 2014, inizialmente previsto per lo scorso 16 giugno, e poi slittato a lunedì prossimo, il 7 luglio.

Insomma, oggi per migliaia di contribuenti è l’ultimo giorno utile per consegnare il modello Unico in versione cartacea agli sportelli di Poste italiane. La finestra si è aperta lo scorso venerdì 2 maggio.

Chi sono i soggetti coinvolti

Unico è il modello che sono tenuti a presentare tutti quei soggetti, persone fisiche e titolari di partita Iva, non obbligati all’invio telematico della dichiarazione dei redditi.

Cosa scade oggi

Oggi è il termine conclusivo per la presentazione in formato cartaceo del modello Unico 2014 e, contestualmente, della scelta per la destinazione dell’otto per mille e del cinque per mille. E’ possibile svolgere le operazioni agli uffici postali.

Quali sanzioni sono previste

Entro 90 giorni, la presentazione di Unico viene ritenuta valida, ma andrà comunque applicata una sanzione da parte dell’Agenzia delle Entrate, che potrà andare da 258 a 1032 euro. A quei soggetti ritardatari obbligati alla tenuta dei libri contabili, la sanzione sarà raddoppiata.

Resta, comunque, possibile evitare la multa piena se, sempre entro i 90 giorni di tempo concessi per il ravvedimento, si versa di propria iniziativa una sanzione ridotta di 25 euro, cioè, un decimo del minimo previsto.

Oltre il novantesimo giorno, però, la dichiarazione non presentata viene ritenuta omessa in tutto e per tutto, e resta, comunque, valida per la riscossione delle imposte correlate.

Vai allo speciale Unico 2014

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteLa nuova Tasi: aliquote, sanzioni, rimborsi di un’imposta ibrida
Articolo successivoGli ultimi giorni di casa Salina

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here