Concorso Agenzia delle Entrate, oggi la scadenza delle domande di ammissione alle prove scritte della seconda infornata. Si conclude così la fase iniziale della nuova procedura selezione all’ente fiscale, in previsione delle 403 posizioni attualmente aperte.

C’è tempo fino a mezzanotte, dunque, per inoltrare le proprie domande di iscrizione, e procedere alla verifica dei requisiti per l’accesso al test attitudinale in previsione per le prossime settimane.

agenzia entrate

L’unico modo utile per assicurarsi la partecipazione al concorso indetto dall’Agenzia delle Entrate, è quello di accedere al portale online dell’ente fiscale e completare lì la procedura di richiesta, inserendo tutte le informazioni richieste dal sistema.

Qui la pagina del volume per prepararsi all’esame

C’è moltissima attesa da parte dei numerosissimi aspiranti a entrare in ruolo nelle posizioni inserite nel bando da parte dell’istituzione tributaria del nostro Paese, che ha in previsione di infoltire i propri organici di oltre mille nuove figure da qui ai prossimi due anni.

Stavolta, a essere esaminati saranno coloro che vogliono diventare dirigenti di seconda fascia, i quali saranno nominati in base sia alla scrematura interna di personale già in servizio, sia alle domande pervenute da cittadini aventi i requisiti richiesti.

A quest’ora, si sarebbero già dovute conoscere le date delle prove, ma le Entrate hanno preferito aspettare fino alla conclusione del mese per annunciare in maniera ufficiale quali saranno le giornate in cui si terranno l’esame scritto e quello orale, in vista dell’ammissione.

Intanto, c’è la convinzione sempre più forte che queste iniziative da parte del fisco non resteranno isolate, sia per le previsioni di innesti nei prossimi mesi, sia per le numerose novità che stanno mettendo alla prova i centro di assistenza e i sostituti d’imposta. Basti pensare infatti al caos generato dalla Tasi, ormai in scadenza, oppure all’annunciata proroga di Unico, per comprendere come, ancora, moltissime strutture tributarie del Paese saranno oggetto di revisione e di allargamento del numero di addetti, per venire incontro ai contribuenti sempre più spaesati.

Vai allo speciale Concorsi Agenzia delle Entrate

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteAppalti, rivoluzione alle porte. Via il Codice, nuove restrizioni in arrivo
Articolo successivoRiforma PA, ci siamo. I sindacati: più assunzioni, meno esuberi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here