L’attesa alla fine è stata premiata. Con una settimana di ritardo rispetto agli annunci dello stesso ministero della Pubblica Istruzione, è stato pubblicato il bando per il Secondo Ciclo del Tfa 2014.

Parte così ufficialmente la corsa all’abilitazione per quasi 30mila aspiranti insegnanti, che sono in cerca dell’abilitazione al fine di salire finalmente in cattedra, anche se le domande, alla fine, saranno molte di più.

Confermate le linee guida diramate ormai dieci giorni fa dallo stesso Miur:

22.450 posti per gli insegnanti di tipo ordinario

6630 per chi intende perseguire l’attestato di docente di sostegno

QUI TUTTO QUELLO CHE SERVE PER SUPERARE IL TEST PRESELETTIVO DEL TFA

La pubblicazione avvenuta in ritardo, sembra, però, aver scongiurato il cambio di date che avrebbe potuto verificarsi qualora il testo non fosse uscito per tempo: la scadenza già prefissata del 10 giugno per l’invio delle domande di partecipazione, avrebbe potuto, infatti, essere modificata e con essa, a cascata, le fasi già predeterminate.

Ecco la scansione temporale del Tfa 2014:

16 giugno: termine per la consegna delel domande di partecipazione

Luglio: test preselettivo

Novembre: prove scritte, con sufficienza a 21 su 30

Il Miur, insomma, per il momento sembra aver superato anche le resistenza sorte in ambito sindacale, dal momento che alcune sigle rivendicavano l’eguale trattamento che sarebbe spettato sia agli abilitati Tfa che a coloro i quali abbiano finalizzato il percorso dei Pas.

Secondo quanto disposto in origine dal Miur, poi, al bando del Tfa 2014 potranno partecipare sia gli aspiranti docenti senza alcuna abilitazione, sia coloro che abbiano vinto già nel 2013 il Tfa ma poi, per via della carenza di posizioni libere, si siano trovati costretti a stare fermi un giro.

Secondo quanto dichiarato nelle scorse settimane dal ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini, dovrebbe trattarsi dell’ultima occasione di accedere ai Tfa. Il Miur, infatti, per la fine del 2014 e l’inizio del 2015 un nuovo si appresta a varare un nuovo concorso a cattedre, che dovrebbe ricalcare l’esperimento parzialmente riuscito tra il 2012 e il 2013, quando, a ben tredici anni di distanza dall’ultimo maxiconcorso, l’allora ministro del governo tecnico, Francesco Profumo, mise in lizza undicimila possti nela scuola pubblica tramite un bando apposito.

Vai al testo ufficiale del bando Tfa 2014

Vai alla ripartizione regionale dei posti nel Tfa 2014

 

Tirocinio Formativo Attivo - I test per la prova di valutazione delle competenze in ingresso

Tirocinio Formativo Attivo - I test per la prova di valutazione delle competenze in ingresso

Giuseppe Cotruvo, 2014, Maggioli Editore

Il volume è indirizzato a quanti intendono accedere al Tirocinio Formativo Attivo ed intendono prepararsi alla prova di valutazione delle competenze in ingresso. Seguendo fedelmente le indicazioni del Decreto 10 settembre 2010, n. 249, il testo si focalizza sui quesiti volti a verificare le...




CONDIVIDI
Articolo precedenteRiforma pensioni 2014, esodati e Quota 96: le ultime proposte
Articolo successivoIl contributo unificato é incostituzionale. Il ricorso degli avvocati amministrativisti siciliani

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here