Ecco la bozza del testo ufficiale del decreto del fare, il decreto strutturato in 80 articoli che secondo l’Esecutivo Letta dovrebbe far superare all’Italia la crisi economica, approvato dal Consiglio dei ministri il 15 giugno 2013

Leggi qui il testo del decreto del fare.


2 COMMENTI

  1. Vorrei sapere come mai questi politici cercano sempre di fregare i contribuenti ed aiutare l’Equitalia, come? Adesso ve lo spiego :
    prima di uscire il decreto del fare un contribuente che doveva versare, per esempio, € 100.000 allo Stato tramite Equitalia con rateazione approvata in 72 rate, poteva pagare una rata si ed una no per un totale di 36 rate ed un importo totale di € 50.000 per poi ottenere una maggiore dilazione nei pagamenti e per non incorrere nella decadenza della rateazione non pagando due rate consecutive. Adesso col decreto del fare lo stesso contribuente potrà non pagare solo otto rate anche non consecutive e 64 rate le dovrà pagare obbligatoriamente per non incorrere nella decadenza della rateazione, quindi detto contribuente, sempre su un importo di € 100.000, verserà all’Equitalia un importo pari ad € 88.888,96 e non di € 50.000 come era prima e non verserà un importo pari ad € 11.111,12 e non di € 50.000 come era prima. Pertanto lo Stato avrà maggiori entrate ed il contribuente dovrà dissanguarsi per pagare tutte le 64 rate, chi ci ha guadagnato ? L’albo dei commercialisti che fa dorme invece di difendere i contribuenti ?

  2. Il Governo del “Fare” dimentica il lavoro nel Turismo e gli animatori ringraziano.

    Gentili lettori,
    mi chiamo Federico e collaboro con Animandia.it il portale internet che rappresenta il settore dell’animazione turistica sul web, un settore che ha bisogno di aiuto urgente e che contempla decine di migliaia di operatori in Italia.
    E’ vero, molti penseranno che si tratta di “lavori stagionali” che durano pochi mesi, ma non per questo non meritano la giusta attenzione, non per questo si devono considerare lavori di “seconda scelta” “ di “serie B”.
    Soprattutto oggi, che con la crisi economica in atto per moltissimi giovani, questi cosiddetti lavori estivi, sono una vera, irrinunciabile, unica, risorsa economica per far fronte nell’immediato, ad una situazione di crisi che non vede soluzioni a breve termine .
    Il turismo in Italia, è forse l’unico mercato che va in controtendenza..infatti mentre le altre imprese licenziano..il settore dei lavori stagionali legati al turismo, grazie l’imminente apertura della stagione estiva, malgrado la crisi, è l’unico che sta comunque assumendo migliaia di persone ( e faccio riferimento non solo ai lavori legati al mercato delle vacanze come quello dell’animazione, ma anche a quelli del settore Turistico- alberghiero).
    La cosa che più ci fa indignare, è che nessuno di questo Governo, come anche di quello “Tecnico” appena passato, parla seriamente delle potenzialità legate al lavoro stagionale nel turismo, eppure il nostro è un Paese a vocazione Turistica che assume ogni anno decine di migliaia di lavoratori … e allora perché il Governo Letta si dimentica sempre di menzionarlo? Forse che in Italia non esiste il Turismo e con esso i lavori stagionali?
    Nonostante abbiamo a più riprese interpellato diversi esponenti di Governo attraverso una petizione, ci continuano a dare le solite risposte piene di “Vederemo” “faremo” “..diremo”…e nulla più.
    A onor del vero, di recente, un certo interessamento c’ è stato da parte di alcuni esponenti del Movimento 5 stelle e faccio riferimento nello specifico ai cittadini deputati: Claudio Comunardi, Francesco Cariello e Eleonora Bechis, Massimiliano Bernini, Claudia Mannino, Maria Edera Spadoni, Sen. Sergio Puglia, Angelo Tofaro, Mara Mucci, che ringrazio a nome di tutto il comparto animazione poiché, finalmente, si è riscontato un reale, sincero, interesse e non semplici “risposte diplomatiche” come quelle ricevute in precedenza, almeno si è evitato la solita “presa in giro” un vizio che i parlamentari della “vecchia guardia” non hanno mai perso.
    Questi cittadini si sono interessati al problema, alcuni ci hanno dato suggerimenti, indirizzato a chi di competenza, con alcuni di questi deputati a 5 stelle, ci sono stati anche colloqui telefonici per approfondire l’argomento…insomma il M5S ci ha fatto sentire per la prima volta ascoltati, seguiti, compresi.
    Si chiede a viva voce, sostegno, aiuto, perché l’intero comparto animazione turistica è ormai seriamente compromesso sotto l’aspetto professionale, commerciale, di immagine e deontologico. Quello dell’animazione turistica, è un settore senza regole, abbandonato a sé stesso, vessato da tasse esorbitanti, contratti di lavoro inadeguati e con una illegalità dilagante.
    E di tutto ciò, a farne le spese sono le aziende oneste che rischiano il fallimento e i lavoratori stessi che spesso, dopo aver lavorato una intera stagione, non percepiscono stipendio.
    Tutto ciò senza che lo Stato e Organi preposti, facciano nulla per contrastare questa ormai diffusa prassi.
    Eppure in Italia, ogni stagione ( estiva ed invernale) vengono assunti nell’ambito dell’animazione, non solo gli stessi animatori, ma anche altre figure professionali e facciamo riferimento a: assistenti bagnati, istruttori sportivi, educatori d’infanzia, musicisti, fonici, tecnici luci, coreografi, scenografi, costumisti, fotografi, hostess, DJ, ballerini, cantanti, pianobar, ecc. e moltissimi di questi, sono giovani studenti che non intendono gravare sulle famiglie in difficoltà e pertanto cercano dei lavori a termine per pagarsi gli studi.
    Come Animandia, in rappresentanza dell’ animazione sul web, ci siamo fatti portavoce del malcontento degli operatori e chiediamo da tempo ma purtroppo invano, una regolamentazione del settore che favorirebbe nel immediato, sviluppo e occupazione soprattutto dei giovani che in tal modo, potrebbero gravare in maniera meno onerosa sui redditi già precari della stragrande maggioranza delle famiglie Italiane .
    Abbiamo inoltrato a più riprese, all’attenzione della classe politica di tutti gli schieramenti, un progetto concreto e a costo zero, utile per dare una ulteriore risposta alla necessità di occupazione dei giovani in Italia.
    Senza scendere nei particolari tecnici, diremo che tale regolamentazione mira ad ottenere : regole comuni, lotta alla diffusa illegalità che penalizza le aziende oneste e miete “vittime” tra i lavoratori ed anche una minore pressione fiscale e contratti di lavoro più aderenti al settore.
    In pratica tutto ciò si traduce in: contrasto all’ illegalità, maggior concorrenza leale tra le imprese, e conseguente aumento dei guadagni per le aziende ( attraverso la riduzione del fardello eccessivo delle imposte, tasse e contributi) e ovviamente, anche aumento di assunzioni di lavoratori.
    Purtroppo ci hanno risposto con sincerità solo alcuni cittadini Deputati del Movimento 5 stelle e con altrettanta sincerità, ci hanno assicurato che faranno quello che possono per aiutare il settore Animazione turistica, del resto in parlamento sono in minoranza….dunque? che dire, ai lavoratori stagionali di serie “B” non resta che incrociare le dita e ringraziare i cittadini del M5S per quanto potranno fare..e gli altri Onorevoli ? i partiti? il Governo? Bè per quanto riguarda loro.. se questi “Onorevoli” hanno un briciolo di coscienza, speriamo che leggano queste riflessioni e che magari si diano da fare.
    Comunque una cosa è certa, loro…gli Onorevoli , a differenza di milioni di famiglie italiane, se la fanno la vacanza eccome!! …infatti giorni fa, il settimanale L’Espresso ha dedicato ampio risalto ad un’inchiesta della magistratura sui politici in vacanza. Dalle carte risultano i nomi di parlamentari italiani – Renato Schifani, Osvaldo Napoli, Salvatore Cuffaro, Angelino Alfano e Simona Vicari – che per un decennio avrebbero goduto di vacanze gratis o a prezzi scontati in resort Valtur sparsi nel mondo, ai tempi guidato dalla famiglia Patti …e allora che dire, chissà che qualche animatore, non abbia la possibilità di incontrarne qualcuno per potergli dire da vicino tutto quello che pensiamo…

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here