I test per le università a numero chiuso sono stati rimandati a settembre, non in gergo scolastico, ma nel vero senso della parola. Ritorno al passato, dunque, per il calendario delle prove di ammissione alle facoltà a ingressi programmati: le convocazioni saranno effettuate secondo le scadenze abituali e non in anticipo come inizialmente previsto quest’anno.

Dunque, non più luglio, ma settembre, come di norma è accaduto negli ultimi anni in cui le università a numero chiuso hanno proliferato, accogliendo migliaia di aspiranti studenti alle prove di ammissione.

La decisione presa dal Miur nelle scorse settimane di tenere i test in piena estate aveva scatenato parecchie polemiche, dati i tempi risicati di preparazione per gli studenti appena usciti dagli esami di maturità, che solitamente si concludono nella prima metà del settimo mese dell’anno.


Ora, dunque, il Ministero ha annunciato che nei prossimi giorni varerà un nuovo decreto ad hoc per ristabilire le date delle prove di ammissione secondo la normale scansione, cioè nel mese di ritorno sui banchi per eccellenza. Quello che resta da vedere è se, insieme alle nuove date, finiranno per cambiare anche criteri e limiti posti dal precedente provvedimento, che avrebbe dovuto ridefinire il normale succedersi del passaggio tra scuola superiore e istituti accademici, finendo, però, in poco più che una perdita di tempo per addetti ai lavori, professori e studenti coinvolti.

Sicuramente, un aspetto che non dovrebbe rimanere immutato sarà quello dei parametri di valutazione del curriculum scolastico dei singoli studenti, particolarmente significativo per ottenere l’accesso ad alcuni corsi di laurea.

Riguardo alle nuove date, invece, sembrano già decise quelle del 3 settembre per i corsi magistrali a ciclo unico di Architettura, il 4 settembre per l’ambito sanitario, il 9 per medicina e Chirurgia, odontoiatria e Protesi dentaria, il 10 per Veterinaria.

Ulteriore aggiornamento nel calendario che porta alle prove di ammissione, è l’obbligo, per gli atenei, di diramare entro il 25 di giugno i bandi con date e criteri aggiornati, con tanto di apertura straordinaria del portale dedicato Universitaly. Il termine ultimo per le iscrizioni viene fissato al 18 luglio 2013, mentre ci sarà una settimana in più per versare i contributi richiesti.


CONDIVIDI
Articolo precedenteO Sindaco o Parlamentare. La Corte Costituzionale fa chiarezza!
Articolo successivoTerra madre… il ritorno alle origini

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here