Gli ordini e collegi professionali avranno l’obbligo di inviare all’indirizzo PEC aggiornamento@cert.inipec.gov.it tutti gli indirizzi PEC dei professionisti iscritti entro il prossimo 8 giugno se vorranno essere in regola con l’iscrizione.

Questo è quanto ha comunicato a mezzo di una nota il Ministero dello Sviluppo economico, dichiarando che il 19 giugno sarà presentato il portale telematico per consentire l’accesso, senza necessità di autenticazione, allelenco pubblico di indirizzi PEC, a cominciare da quelli iscritti ai registri delle imprese delle camere di commercio e quelli in possesso degli ordini e collegi professionali.

Per rendere più agevole il passaggio dei dati in formato aperto, open data, in modalità telematica, è stato stilato un documento tecnico (scaricabile qui) che descrive il formato e la struttura del tracciato dati per invio/aggiornamento degli indirizzi PEC, e la modalità iniziale di invio e aggiornamento dati per l’indice INI – PEC.

Infocamere ha attivato un servizio di assistenza, già a partire da questa fase di primo caricamento, rivolto agli Ordini e ai collegi professionali, che possono contattare il numero 06 64 892 292 oppure scrivere a: supporto@inipec.gov.it. Bisogna ricordare  che con il decreto Sviluppo bis (art. 5, comma 3 della legge n. 221/2012 di conversione con modificazioni del decreto legge 18 ottobre 2012 n. 179) è stato fondato presso il Mise l’ “Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (INIPEC)”.

Si tratta di un elenco pubblico di indirizzi di posta elettronica certificata, formato a cominciare da quelli iscritti presso i Registri delle Imprese delle Camere di commercio e da quelli detenuti dagli Ordini ed i Collegi professionali, costituito in formato aperto e consultabile attraverso il Portale telematico senza necessità di autenticazione.

Grazie al decreto ministeriale del 18 marzo 2013 (G.U. n. 83 del 9 aprile 2013), sono state fissate le modalità di raccolta, accesso e aggiornamento degli indirizzi PEC, indicando InfoCamere quale soggetto deputato alla realizzazione e gestione operativa dell’ INI‐PEC. InfoCamere ha già cominciato le attività per l’avviamento del Portale telematico e sta contestualmente realizzando le verifiche tecniche di estrazione dal Registro delle Imprese delle informazioni riguardanti le imprese che risultano attive e che hanno provveduto al deposito dell’indirizzo PEC.

In base a quanto stabilito dall’articolo 4, comma 4 del DM 18 marzo 2013, in fase di prima costituzione dell’ INI‐PEC gli Ordini ed i Collegi professionali devono trasferire in modalità telematica ad InfoCamere gli indirizzi PEC da loro detenuti.

 

Guarda come inviare i dati all’indice nazionale di imprese e professionisti

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome