Di seguito il discorso del deputato grillino Andrea Colletti, interrotto dal vicepresidente della Camera Di Maio per limiti di tempo. Le parole di Colletti hanno attirato critiche dagli altri schieramenti e anche al sostituto di Laura Boldrini, che avrebbe usato, secondo gli esponenti di Pd e Pdl, la mano morbida contro il suo compagno di partito.

 

Grazie Presidente.
Presidente del Consiglio Letta,
Noi vi conosciamo!
Noi sappiamo chi siete!
Ed è quindi inutile mettere delle facce nuove solo per far vedere che è in atto un cambiamento.
Quando in una parete c’è la muffa, la soluzione è rimuoverla, non passarci sopra la vernice. Perché la muffa, subito dopo, ritorna ancora peggio di prima.
E questo siete voi, una mano di vernice su di un muro già irrimediabilmente rovinato.

Presidente Letta,
Questo Governo odora di democristianità. Odora di intrecci di comitati d’affari quali CL e Compagnia delle Opere.
Visto il Ministro dell’Interno che ha scelto, o che è stato obbligato a scegliere, possiamo ben dire che questo sembra il Governo della trattativa Stato-Mafia. Del bavaglio alla magistratura ed alle opposizioni politiche.
Questo, siamo sicuri, sarà il Governo del salvacondotto giudiziario a Silvio Berlusconi.

Presidente Letta,
sappiamo anche perché Napolitano ha scelto lei.
Lei è l’esemplificazione della trasversalità, degli accordi alle spalle dei cittadini.
E d’altra parte Lei è lo stesso che ha affermato che era meglio votare Berlusconi che il M5S. 
Lei è lo stesso che venerava un certo Giulio Andreotti, prescritto per concorso esterno ad associazione mafiosa.

Lei è anche il nipote di Gianni Letta, braccio destro di Berlusconi, amnistiato per finanziamento illecito dei partiti; indagato da varie procure d’Italia.
Tipico intreccio familistico del potere in Italia.

Presidente Letta,
la sua Fondazione Vedrò riceve finanziamenti da aziende praticamente pubbliche come Eni ed Enel. Da ex monopolisti pubblici come Autostrade per l’Italia ed altri ancora.
Ed allora, quando dovrà prendere decisioni difficili, a chi risponderà? 
Ai cittadini oppure alle grandi aziende che generosamente la finanziano?
Insomma, Lei riassume quello che è lo status quo in Italia. 
La preservazione degli interessi di pochi contro gli interessi della collettività.

Presidente Letta,
noi qui in Aula faremo una opposizione durissima, senza sconti. D’altra parte qui dentro abbiamo dimostrato di essere l’unica vera opposizione.

Ma siamo anche cittadini italiani. E, sinceramente, speriamo, ma non crediamo, che possiate fare qualcosa di positivo per il Paese.
E se ciò dovesse davvero succedere, se quindi riuscirete a fare gli interessi dei cittadini invece che delle lobby che vi sostengono, noi vi appoggeremo convintamente.

Ma se, come crediamo, farete gli interessi dei pochi, noi saremo pronti a stanarvi ed a denunciare pubblicamente ciò che siete e rappresentate!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


8 COMMENTI

  1. Caro Letta la gente stolta che ti ascolta e ti crede fra non molto capirà e allora tu e i tuoi luridi amici di fronte alla folla inferocita dovrai fuggire. Di casa non potrai più uscire se non accompagnato dai soldati, sempre che anche loro non ti abbandoneranno. Questo perché 6milioni di disoccupati altri 6 in gravi difficoltà economiche non sono estremisti non sono delinquenti ma solo disperati e la disperazione porta un grande coraggio. Il coraggio di cambiare.

  2. Bravo, discorso fresco e diretto con zero retorica e politichese.

    Urbana Signorini

  3. sappiamo chi sono e cosa hanno fatto. A noi figli di questa nazione ridotta alla fame ci basta. vanno in tv e dicono che esiste solo pd pdl e scelta civica,E il 25 per cento degli italiani che hanno votato grillo non contano un cazzo, hanno inciuciato i soliti ladri, se tu invece grillino non sei dalla loro parte sei estremista,se vuoi che tua madre abbia un aiuto dalle istutuzioni stai fresco. invece loro non si fanno mancare nulla. e se tu alzi la voce si arrabbiano pure.
    potrei dirne tante di situazioni assurde, ma mi fermo qui per il momento,,NOI NON CI ARRENDEREMO MAI ,,,,,,,

  4. commentare e’ difficile poiche’ ha detto quello che pensano in molti e in effetti berlusconi figlio di craxi in 20 anni si e’ mangiato casini si e’ divorato fini e ha distrutto il pd e lo ha costretto per poter sopravvivere a allearsi con lui o meglio con gli affaristi che sono collegati a lui e evidente per il pd il vantaggio che avranno restando al potere potranno dividere e continuare come sempre ed e inutile sperare in qualche cambiamento perche’ adesso potranno controllare tutto

  5. UN GRANDISSIMO ABBRACCIO AI SENATORI DEL M5S
    …..RAGAZZI E’ ARRIVATA L’ORA DELLA VERITA!!! RAPPRESENTATECI COME DOVETE!!!!FORZA M5S

  6. Ho tristemente paura che abbia proprio ragione su molte cose .
    Una riflessione . Rileggete le testuali parole di Andrea Colletti :

    “La sua Fondazione riceve finanziamenti da aziende praticamente pubbliche come Eni ed Enel. Da ex monopolisti pubblici come Autostrade per l’Italia ed altri ancora.
    Ed allora, quando dovrà prendere decisioni difficili, a chi risponderà?
    Ai cittadini oppure alle grandi aziende che generosamente la finanziano?
    Insomma, Lei riassume quello che è lo status quo in Italia.
    La preservazione degli interessi di pochi contro gli interessi della collettività.”

    Questo sarà l’inevitabile scenario nel momento in cui passerà l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, come in pratica succede oggi negli “avanzati” USA .
    Quindi cos’è meglio : abolirlo o regolamentarlo ? Sarebbe auspicabile che almeno gli italiani onesti , di cui penso il sig.Andrea Colletti faccia parte, comincino a ragionare .
    Marco Peruzzu

  7. Andrea Colletti ha espresso quello che io credo coma cittadino italiano , grazie e continuate cosi ,

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome