Il ministero dell’Istruzione, il Miur, ieri ha inviato ai direttori degli Usr, uffici scolastici regionali, una circolare nella quale erano contenute le indicazioni  per lo svolgimento delle prove orali; in pratica gli elementi principali sono rappresentati dal fatto che le commissioni di esame saranno all’opera “anche in orario antimeridiano” ossia di mattina, che ci sarà la possibilità di estrarre la traccia della lezione simulata “la domenica” per permettere lo svolgimento degli esami anche di lunedì e che i tempi saranno velocizzati per il successivo colloquio  che potrebbe avere una durata inferiore ai 30 minuti previsti dal vincolo massimo.

Gli scritto sono terminati il 1° marzo ed hanno visto la partecipazione di 126,496 candidati, ” e la loro correzione dovrebbe terminare entro il 15 maggio” ha dichiarato il capo dipartimento per l’Istruzione, Lucrezia Stellacci. La priorità di questo momento è senza dubbio rendere il più possibile rapida la procedura di modo che per metà giugno dovrebbero cominciare gli orali che sono costituiti da una lezione simulata di 30 minuti, la reale novità del concorso a cattedre, su una traccia estratta dal candidato 24 ore prima della data prevista per la prova orale. 

Successivamente ci sarà un altro colloquio, sempre della durata di 30 minuti, durante il quale verranno discussi a fondo i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche della lezione simulata. ” Ci sarà poi la valutazione dei titoli – aggiunge Stellaccie le graduatorie definitive dovranno essere pubblicate entro il 25 agosto per poter procedere all’immissione in ruolo del primo contingente di personale il 1° settembre 2013″. 

Il Miur, infatti, mira ad assumere a settembre 2014 7.351 neo professori e il 1° settembre 2014 i rimanenti 4.191, anche se i primi potrebbero subire qualche ritardo a causa del numero esiguo di pensionamenti nel 2013 che rischiano di far saltare di un anno l’immissione in ruolo di tutti i vincitori del “concorsone“.

Nel frattempo che si attendono ulteriori chiarimenti in merito, il Miur ha già iniziato a sollecitare gli Usr affinché velocizzino la chiusura della selezione che si sta svolgendo sul piano regionale e di pomeriggio, perché non c’è l’esonero delle lezioni. Si chiede alle commissioni di poter operare anche di mattina, ma “dopo la conclusione delle attività didattiche”, ossia ad anno scolastico concluso. In ogni caso l’attività antimeridiana è esclusa tassativamente ” per le commissioni i cui componenti sono impegnati pure nei concomitanti esami di maturità”.

Il Miur chiarisce poi che i 30 minuti fissati per la lezione simulata “non sono né un tempo massimo, né un tempo minimo, ma un tempo da rispettare”. In questo senso, il vincolo temporale si può considerare rispettato  “quando il candidato svolge e completa la lezione simulata in un tempo incluso fra i 25 minuti e i 35 minuti”. In questo lasso di tempo la commissione non dovrà interrompere mai possibilmente il candidato.

Leggi qui il documento ufficiale del Miur con le indicazioni integrali.

Leggi la circolare del Miur inviata agli Usr.


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here