Due ragazze di 15 anni si sono costituite la scorsa notte al Comando provinciale dei Carabinieri di Pordenone in resoconto alla morte dell’uomo di 61 anni, il cui cadavere è stato trovato ieri, in un campo alla periferia di Udine. Anche le due adolescenti costituitesi provengono da Udine. Stando alle iniziali ammissioni, la morte dell’uomo sarebbe stata cagionata da una reazione delle ragazze, le quali a seguito di un tentativo di violenza sessuale da parte della vittima a loro danno, avrebbero così mosso una violenta opposizione.

Le due giovani si sarebbero quindi allontanate dal luogo del delitto a bordo dell’automobile dell’uomo, e l’avrebbero poi abbandonata per recarsi presso il Comando dei carabinieri in vista della costituzione. Il cadavere dell’uomo è stato ritrovato ieri, domenica 7 aprile: un testimone ha riferito alla polizia di aver visto tre persone, appunto l’uomo e due presunte donne, nello stesso campo dove, più tardi, lo stesso spettatore si è reso protagonista del ritrovamento del corpo senza vita del 61enne.

Si trovava in zona durante il pomeriggio, quando ha notato i tre individui nel campo vicino ad un’auto di piccola cilindrata. L’autore della testimonianza, per il momento l’unica accertabile, ha spiegato alle forze dell’ordine di essersi prima allontanato e successivamente aver fatto ritorno nel medesimo sito dopo circa un’ora dall’avvistamento, accompagnato dal proprio cane.

Ed è stato proprio l’animale, da quanto riportato, ad aver segnalato la presenza di qualche cosa di equivoco: una volta avvicinatosi alla postazione indicata dal cane, il testimone ha esposto di aver scorto immediatamente il corpo della vittima, riverso a terra e con i pantaloni abbassati. Sulla scena criminis nessuna traccia invece delle due donne, né tanto meno della vettura precedentemente posteggiata.

La vittima, a cui non sono stati reperiti né soldi né documenti accertanti l’identità, è stata identificata soltanto oggi nonostante gli agenti abbiano preferito non renderne ancora pubbliche le generalità. Nessuno ieri aveva, infatti, presentato denuncia per la scomparsa dell’uomo e sino ad ora le indagini non hanno rivelato la presenza di tracce attestanti violenza sul suo corpo. Le ragioni del decesso e la convalida del reale movente dovranno pertanto seguire adeguati approfondimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome