L’Inps ha diramato le indicazioni ufficiali per la compilazione del Cud per la certificazione online unica dei redditi di lavoratori dipendenti o per pensionati, i quali, come emerso dalle recenti cronache, stanno incontrando le maggiori difficoltà.

Al fine di andare in aiuto di tutti coloro che abbiano problemi nel venire a capo della nuova modalità di inserimento dati, l’Istituto di previdenza ha elencato tutte le istruzioni per ovviare alle procedure in maniera corretta.

Così, l’Inps comunica che gli step da seguire sul sito istituzionale, al fine di stampare il modello sono essenzialmente cinque: Servizi al cittadino, l’inserimento del codice Pin, il Fascicolo previdenziale, i modelli e, infine, il Cud unificato.

A questo proposito, l’ente specifica che chi si trovi in mancanza del Pin personale potrà avanzarne richiesta sempre sul sito web dell’Inps, oppure telefonicamente al numero 803164 da fisso, 06164164 da rete mobile o, da ultimo, alle agenzie territoriali dell’istituto.

Più agevole, invece, il cammino per quei cittadini che si trovino in possesso di un indirizzo di Posta elettronica certificata: per loro il Cud verrà recapitato direttamente nella casella mail personale.

Diversamente, è possibile, ricorda l’Inps, avere il Cud in formato cartaceo. Ecco come: in primis, rivolgendosi agli Sportelli veloci delle Agenzie dell’Istituto, incluse ex Inpap ed ex Enpals dal momento che, entro il primo trimestre dell’anno, almeno uno sportello per struttura verrà dedicato a questa incombenza, cioè agevolare nell’ottenimento del Cud.

Come seconda opzione, sarà possibile stampare i certificati direttamente dalle colonnine self service, anch’esse installate presso le strutture sparse nel territorio. Sarà comunque sempre possibile, in caso di difficoltà, rivolgersi al personale in servizio.

Inoltre, non è da scartare l’ipotesi di richiedere il documento via posta elettronica, dove sarà possibile richiedere il Cud in forma assolutamente gratuita all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it. Prima di tutto, però, sarà necessario ottenere l’indirizzo Pec, anch’esso disponibile senza la necessità di esborsi di denaro a questa pagina.

Un’altra opportunità di richiesta per il Cud telematico, secondo l’elenco diramato dall’Inps, sono gli Uffici postali che abbiano aderito al progetto “Reti amiche” e dove sia aperto un apposito “Sportello amico”. L’elenco degli sportelli è anch’esso disponibile sul sito Inps.

Quindi, sono stati attivati anche gli “Sportelli mobili” a sostegno di tutti gli utenti in condizioni fisiche tali da impedire lo spostamento: in questo modo, tutti gli ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento possono richiedere telefonicamente allo Sportello Mobile della propria sede Inps di riferimento la spedizione al proprio domicilio del Cud.

Quindi, l’Inps assicura che è possibile richiedere l’invio del Cud al proprio domicilio a coloro che ne facciano richiesta specifica al Contact Center. Restano validi i numeri telefonici indicati sopra, con l’aggiunta del numero verde  800-434320 (ma senza operatore).

Sarà possibile, infine, presentare un familiare o un conoscente al ritiro del Cud, previa consegna di delega, documento d’identità del richiedente e copia di documento dell’utente interessato al ricevimento del modello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


15 COMMENTI

  1. non sono un neofita in informatica e mi domando se questi “cervelloni” che hanno ideato questo programma ritengono di meritare uno stipendio o un calcio in c…o!!! SONO ORE che cerco di scaricare il CUD.

  2. Grosso problema. Stampato il mio Cud, vorrei stampare quello di mia moglie.
    Niente da fare. L’Inps ha collegato il mio computer con il mio Pin e ogni volta che provo
    per inserire i nuovi dati automaticamente mi ripresenta il mio Cud.
    Questi principianti informatici dell’Inps non hanno previsto l’uscita dell’utente dalla
    procedura per poter poi autenticare un nuovo utente.
    Siamo al sotto zero informatico, come può andare avanti l’Italia?

  3. Ho tutto e non sono l’ultimo in fatto di computer. Da giorni cerco di stampare il CUD 2014 dal sito INPS ma non c’è niente da fare: il sistema dice di attendere ma dopo ore non arriva nessun CUD. Ma è mai possibile che quelli dell’INPS siano così disattenti ai Clienti, ovvero noi? Ma perché non lasciano gestire il sistema informativo da gente più efficiente e competente.
    Abbiano almeno la compiacenza di mettere un avviso in rete: la stampa del CUD non è possibile per crash del sistema informativo. E’ inutile aggiungere voci al menu dei servizi al cittadino con una apposita voce CUD 2014 e poi il sistema va in loop e non ti fornisce il file del CUD. Vi chiediamo di provvedere. Grazie

  4. Penso che esprimere un giudizio sulle vostre ..”splendide” idee sia una ulteriore presa in giro per noi poveri cittadini comuni. Sapete già benissimo che un ricoverato in una casa di cura mentale, si comporterebbe con maggiore giudizio!.

  5. Io sto cercando di scaricare il CUD per mia nonna, non ho grossi problemi con i computer…ma mi chiedo come avrebbe fatto mia nonna. Già mia madre si è arresa e mi ha chiesto aiuto.
    Detto questo il CUD non lo trovo… ho superato le sabbie mobili del PIN, ma il “fascicolo previdenziale” non c’è, quindi neanche il CUD che dovrebbe essere contenuto al suo interno.
    Ma un pensionato, molto anziano magari…deve rompersi le scatole in questo modo?
    Ma è possibile? Ma dai….

  6. Io intento ho ricevuto i primi 8 numeri del PIN tramite cellulare e sono 8 e non 4, poi gli altri 8 tramite posta ( e non 4) e quando vado per entrare nel settore di cud online e servizi al cittadino, mi dicono che il mio PIN è scaduto oppure se è la prima volta che lo utilizzo, devo mdificarlo.
    Con santa pazienza scrivo il mio codice fiscale che mi chiede, poi il vecchio pin eppoi me ne appare un altro che inserendolo, mi ritorna la scritta che il mio pin è errato.

    Ma insomma che PIN devo scrivere?
    Quello che mi è arrivato la prima volta sul cell assieme al resto del pin spedito per posta?

    Oppure devo scrivere solo il PIn spedito per posta?
    Insomma le ho provate tutte e continuo a non riuscire ad entrare nel miei dati perchè mi continua a venr fuori che ho il pin sbagliato, e continua ad apparire un nuovo pin.

    Inoltre siccome io abito in Grecia, il mio CUD sempre se riesco a scaricarlo, a chi lo devo mandare?
    Lo devo presentare all’agenzia delle entrate greche?

    Che casino per un CUD, ma perchè non me lo mandano tramite posta elettronica?

  7. Sono un pensionato, carico di “buona volonta”. Da circa un’ora, pur disponendo dei dati per l’accesso ai servizi INPS, tuttavia sto cercando (inutilmente) di stampare il mio CUD. Spero di riuscirci prima di cena, altrimenti dovro’ chiedere aiuto o chiamare il call center. Avrei preferitto riceverlo dall’INPS, come sempre, senza dover subire queste umiliazioni, dopo una vita di contribuzione…

  8. Vedo che non siete arrivati ancora di comprendere cosa sia “semplice”. Magari, potete anche indicare cosa fare per avere questo maledetto PIN!! O forse non Vi frega niente del disaggio della gente.

  9. Più che giustificato lo stipendio dei “CERVELLONI” Inps per creare disagi e problemi.
    Complimenti!!!!
    Habemus …….. rotto parecchio i c……

  10. ma per avere il PIN mandano i primi 4 numeri per e mail o cell e gli altri 4 per posta!

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome