Non più solo informazione giuridica ma anche politica ed economica.

E’ questo il nuovo sottotitolo che andrà a sostituire il precedente “quotidiano di informazione giuridica”.

Ecco la nuova sfida che affronteremo, voluta dai lettori, sostenuta dai numeri, imposta dalla concorrenza.


Non si tratta di un cambio repentino.

LeggiOggi ha sempre affrontato ed analizzato le disposizioni legislative a 360° cercando di offrire ai lettori una chiara visione di insieme delle novità giuridiche, senza tralasciare rilievi critici o apprezzamenti di valore. Il diritto è un continuo divenire, e per non farvi perdere in questo mare così insidioso, abbiamo provato (e continueremo a farlo) a rivestire il ruolo di guide esperte e sicure, grazie soprattutto al nostro equipaggio di professionisti preparati e competenti, i nostri (ma soprattutto vostri) blogger.

Perché dunque limitare questa vincente formula al solo diritto? Da qui, questa nuova emozionante sfida alla politica e all’economia, forti del vostro consenso.

Dalla sua nascita nel 2011, LeggiOggi ha fatto un grosso balzo in avanti triplicando i propri visitatori, ben il 199,81 % in più di visite nell’ultimo anno.

Con una media giornaliera di oltre 30.000 visitatori unici, con picchi di 40.000, per un totale di oltre 4 milioni di lettori nell’ultimo anno.

Sono numeri impressionanti.

Il merito? Della squadra redazionale in primis, formata dai giornalisti Alessandro Camillini e Francesco Maltoni, sempre precisi e puntuali nel lanciare le notizie più importanti e interessanti del momento, e ai quali vanno i nostri più sinceri ringraziamenti. Ma come non ringraziare anche la nostra meravigliosa schiera di blogger, che con sempre più entusiasmo riempiono la nostra colonna di destra con commenti, analisi, guide pratiche, riflessioni, il tutto condito con un filo di umorismo ed ironia, ormai tratto peculiare e vincente della nostra rivista.

LeggiOggi gode di sana e robusta costituzione e sembra dunque non soffrire la crisi che stanno attraversando i quotidiani stampati, dal Corriere della Sera alla Repubblica, i cui numeri di copie vendute sono in costante calo.

In effetti la lettura digitale sembra essere diventata un’abitudine indispensabile sempre per un maggior numero di lettori. Praticità, velocità nel trovare la notizia, costo zero, interazione col pubblico attraverso i commenti agli articoli, fanno sì che sempre più lettori siano attratti dalle riviste digitale preferendole di gran lunga alla classica carta stampata.

Con questi dati che mostrano una diffusione impressionante su scala nazionale, LeggiOggi aspira ad essere il Terzo Polo (se vogliamo utilizzare termini politici data la vicinanza alle prossime elezioni) del giornalismo quotidiano digitale di informazione giuridica…e non solo, affiancandosi così ad ItaliaOggi e il Sole24 ore.

Invito pertanto i blogger e tutti i lettori a commentare questa nuova imminente partita che LeggiOggi si accinge a giocare, come sempre, con il massimo impegno.

E come potrebbe concludere il direttore se non con un…Ad Maiora!!

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteCome difendersi dal redditometro: l’intervista all’avv. Villani
Articolo successivoAspi, mini Aspi, Cassa integrazione: interessati e quote 2013

4 COMMENTI

  1. Tagli di bilancio alle Province (ex DM 25 ottobre 2012): da LeggiOggi.it la situazione dei ricorsi al TAR « Le Amministrazioni provinciali della Repubblica Italiana: un pezzo di Patria da salvare.

    […] grazie al noto sito LeggiOggi.it (che, recentemente, ha triplicato l’offerta ai lettori: QUI), un ragionato quadro sulla situazione generale dei ricorsi conseguenti l’applicazione (via […]

  2. Ottima idea! Un’evoluzione naturale!

    Competenza e serietà, approfondimento e capacità di documentazione, obiettività e originalità sono stati i tratti distintivi di Leggioggi.it.

    Sono sicuro che sarà così anche per i nuovi, futuri traguardi!
    Complimenti e Ad Maiora sempre!

  3. Complimenti!
    Non sono un professionista, eppure vi leggo quasi ogni giorno con attenzione, interesse e piacere!

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here